Informazione

I musei più spaventosi

I musei più spaventosi



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I musei sono il luogo ideale per sperimentare la bellezza. In tali musei, puoi trovare cose che sembrano essere discese dagli schermi dei film dell'orrore.

Ma di solito tutte le mostre sono reali e sono state utilizzate per scopi determinati e molto spaventosi. Ecco i musei più spaventosi e impressionanti del mondo.

Museo della morte, Los Angeles, Stati Uniti. Sotto questo nome, è esposta una vasta collezione di opere d'arte create da serial killer. È impossibile guardare a ciò che gli "autori" hanno fatto nella vita ordinaria senza nervi d'acciaio. Le pareti del museo sono appese con fotografie di scene di crimini di maniaci e autopsie delle loro vittime. E dopo aver studiato le foto dai luoghi degli incidenti stradali, in qualche modo non voglio mettermi al volante. Il museo ha stanze speciali che sono piene di vari attributi funebri e strumenti di imbalsamazione. Contiene anche fotografie di varie punizioni crudeli e mostre che ricreano scene di omicidi. Una stanza separata è dedicata specificamente ai suicidi e tutto ciò che riguarda questo tema. Coloro che non avevano paura di ispezionare le mostre del museo sono invitati a guardare il video delle morti di persone reali. Il clou della collezione è la testa mozzata del famoso assassino Barbabianca, portato da Parigi.

Ventriloquo Museum, Fort Mitchell, USA. Oggi i manichini per ventriloquismo sembrano obsoleti. Percepiamo questi oggetti come una sorta di costruzione semplice, adatta solo per carnevali o vecchi vaudeville. Ma bisogna solo guardare questi manichini e diventa davvero spaventoso. Queste bambole si lamentano della loro vita e sembra persino che ognuna di esse abbia la sua anima e personalità. È chiaro che questo è in realtà un trucco, ma c'è ancora qualcosa di terribile nelle somiglianze artificiali delle persone. Nel museo, i ventriloqui raccontano storie divertenti, alzano gli occhi in risposta alle osservazioni e hanno una propria opinione su tutte le questioni. Se scartiamo la prudenza e uno sguardo critico, allora sembra immediatamente che ogni tale manichino abbia una sorta di segreto. E se una bambola non è così spaventosa, allora cosa possiamo dire di circa settecento di queste mostre contemporaneamente? Tutte le bambole si siedono su poltrone e fissano i loro visitatori con gli occhi vuoti. L'unicità del Museo di Fort Mitchell è che è l'unico al mondo. Sembra che ci siano semplicemente infinite file di manichini di legno allineati qui. Seguono con i propri occhi tutti i movimenti dei visitatori, come se cercassero di ipnotizzarli e sottometterli alla loro volontà. In questo terribile museo, devi trattenerti per non liberarti e urlare.

Museo della mummia, Guanajuato, Messico. Questo insolito museo sarà ricordato dai visitatori per tutta la vita. Gli ospiti di Guanajuato possono entrare nel mondo reale delle mummie. Il museo contiene 111 corpi secchi che un tempo appartenevano a uomini, donne e persino bambini. Molte delle mummie sono rimaste con la bocca aperta in un urlo, mentre venivano sepolte vive. E appartengono al tempo dell'epidemia di colera scoppiata qui nel 1833. A poco a poco, dal 1865 al 1958, i corpi furono rimossi dal loro luogo di sepoltura. Il fatto è che i parenti del defunto non potevano più pagare la tassa per un posto nel cimitero. Ecco come è nato questo terribile museo. Fu essenzialmente creato dagli stessi turisti, quando iniziarono a dare agli impiegati del cimitero dei soldi per guardare i cadaveri essiccati immagazzinati in uno degli annessi. Puoi anche vedere la mummia più piccola del mondo mentre navighi in questa collezione spaventosa. È il feto non nato di una donna che è morta durante un'epidemia di colera. Molte mummie sono generalmente vestite con gli abiti che indossavano durante il funerale. Altri generalmente appaiono nudi o con una sola scarpa. Questo museo messicano presenta una sua interpretazione desolante della vita dopo la morte.

Museo Dupuytren, Parigi, Francia. La realtà a volte è più spaventosa delle peggiori fantasie. Questo è ciò che dimostra questo museo parigino. Contiene varie anomalie mediche delle persone. Dupuytren aprì il suo museo nel 1835. Era un famoso chirurgo e anatomista parigino che raccolse un'intera collezione di mostri non ancora nati con malattie congenite, scheletri e organi umani. La mostra è davvero terribile - ci sono ben seimila oggetti esposti, compresi vasi con parti deformate di corpi umani. Qui puoi anche trovare persone fuse, gemelli siamesi e bambini nati con organi interni aperti verso l'esterno. Il museo espone anche modelli in cera di teste umane con insolite escrescenze, labbra di lepre e difetti così strani che non possono essere classificati. E non c'è scampo dai numerosi barattoli di vetro in cui galleggia il cervello dei pazienti con disabilità. Soggiornare nell'alcool ha perfettamente preservato questa parte del corpo. Anche gli ospiti più insensibili lasciano qui impressionati.

Glor Psychiatric Museum, St. Joseph, Stati Uniti. Solo dopo essere entrati in questi stabilimenti, acquisisci immediatamente un senso di ansia e pericolo. Questo museo è stato aperto nel 1968 sulla base di un ospedale psichiatrico, che esisteva in questo edificio dal 1874. La disperazione si sente semplicemente fisicamente nei corridoi. Forse sono le urla di coloro che sono qui da anni, pervadono le pareti. In effetti, a volte venivano usate tecniche molto dolorose e stravaganti per trattare la follia. Nel museo, puoi vedere che alcuni pazienti sono stati imprigionati qui su un'enorme ruota, come quella che le persone mettono in gabbia con i criceti. Di conseguenza, i pazienti sono stati costretti a correre per due giorni consecutivi e solo per stancarli. Altri pazienti si sono seduti su una "sedia tranquillante" dove hanno fatto incisioni sui loro corpi per salasso. Alcune persone sfortunate hanno dovuto sottoporsi a tale procedura per sei mesi. E tutto perché i medici hanno quindi considerato la fonte della follia nell'eccessivo flusso di sangue al cervello. Alcuni pazienti sono stati immersi in vasche di acqua fredda, il tutto per indurre shock. E questo è stato considerato accettabile per scopi medicinali. Quando visiti il ​​museo, ti suggeriamo di familiarizzare con tutti quei metodi barbari che erano stati precedentemente utilizzati in psichiatria. Ci sono anche strumenti e attrezzature che i medici hanno usato per sradicare la malattia mentale. Su schermi tridimensionali, viene ricreata la follia che stava accadendo in ospedale in precedenza. Manichini con sorrisi ultraterreni che vagano sui loro volti aggiungono realismo. Le mostre includono anche oggetti d'arte insoliti creati dai pazienti stessi. Di particolare interesse è l'esposizione di oggetti presi dallo stomaco di un pazzo. Include 453 unghie, 115 spille, oltre un centinaio di forcine, oltre a bottoni, bottoni automatici, ganci e aghi. Anche per coloro la cui vita non è facile, dopo aver visitato questo museo inizia a sembrare che qualcuno fosse molto peggio

Museo "Madre", Filadelfia, Stati Uniti. Questa istituzione offre anche di conoscere una vasta gamma di anomalie e patologie mediche. E il museo fu aperto nel lontano 1858. Tra i reperti spiccano il vero cervello di epilettici e assassini, fornito con una biografia dettagliata degli ex proprietari. Le pareti sono rivestite con teschi, anche con spiegazioni. Il museo ha anche una statua in gesso dei famigerati gemelli siamesi Chang e Eng, nonché il loro fegato condiviso in alcool. Come il Dupuytren parigino, ci sono molti barattoli con creature fantasmagoriche che galleggiano in loro. Durante la loro vita erano persone, anche se è più creduto nella loro origine aliena. La collezione del museo ha molte fotografie con le più insolite deformità del corpo e terribili malattie. Molti sentono la nausea quando guardano l'intestino crasso di 2,7 metri di una persona, che al momento della rimozione dal corpo conteneva più di 18 chilogrammi di feci. Questo organo anomalo apparteneva a un attore che si esibiva in un circo sotto il nome di Great Balloon. A volte sembra che il Museo della Madre abbia raccolto i reperti più disgustosi di tutto il mondo.

Museo di antropologia criminale Lombroso, Torino, Italia. Il famoso museo antropologico, anche se piuttosto cult, fu fondato nel 1898 dal fisionomista criminale Cesare Lombroso. Ci sono circa quattrocento teschi di persone diverse in mostra. Il fatto è che il fondatore era letteralmente ossessionato dall'idea che le inclinazioni criminali e il comportamento innaturale per la maggior parte sono determinati dalla forma e dalle dimensioni del cranio umano. Quindi il dottore raccolse i teschi di vari pazzi, criminali e soldati, nonché di normali cittadini. La collezione di Lombroso comprende anche scheletri a figura intera, cervelli umani e immagini di autopsia. Qui puoi anche vedere le antiche armi e strumenti usati dai criminali. E questo museo è davvero spaventoso. Coloro che non sono soddisfatti delle impressioni più acute dovrebbero conoscere il creatore dello stabilimento stesso. Dopotutto, la testa di Lombroso è conservata in una camera di vetro ed è perfettamente conservata.

Museo medievale della tortura, San Gimignano, Italia. Questo museo fornisce una visione visiva del perché il Medioevo fu chiamato Medioevo. Sono gli anni in cui il sadismo umano fiorisce e, sotto le spoglie della giustizia, le persone agiscono in modo estremamente crudele. In Italia, San Gimignano ha raccolto una collezione di oltre cento strumenti progettati esclusivamente per la tortura di alcuni individui da parte di altri. Il museo stesso si trova nell'antica Torre del diavolo, che fu costruita nel XIII secolo. In esso, si può quasi fisicamente sentire i gemiti delle vittime torturati qui molti secoli fa. Il museo ha una ghigliottina, rack diabolici per allungare il corpo della vittima. Con l'aiuto del ragno spagnolo, una volta venivano strappati i petti delle mogli infedeli e la forchetta dell'eretico è un dispositivo con punte appuntite poste sotto il mento della vittima. Con l'aiuto di un simile dispositivo sadico, allo sfortunato fu impedito di addormentarsi. Gli ospiti del museo possono vedere la Vergine di Norimberga qui. In realtà è un sarcofago con lame sulla sua porta. Chiudendo, la vittima fu trafitta da coltelli. Grazie al museo, puoi capire quanto fosse denso il Medioevo e anche vedere la profondità del male nelle anime delle persone.

Museo di parassitologia, Meguro, Giappone. È difficile dire che aspetto abbia davvero la paura. Molte persone sono spaventate dalla vista di scheletri e strumenti di tortura. In effetti, anche vicino a noi, si nascondono cose terribili. Una visita a questo museo può rendere una persona ordinaria davvero paranoica. Si scopre che i parassiti si nascondono ovunque, anche in cose apparentemente innocue: acqua, aria, cibo. Il Museo di Parassitologia ti convincerà che è semplicemente impossibile nascondersi da queste creature. Inaugurato nel 1953, il museo è l'unico dedicato agli onnipresenti parassiti. La raccolta contiene oltre 45 mila parassiti. Tra questi ci sono coleotteri minacciosi, brutti bruchi e bruchi. Ed è in qualche modo facile credere che a un certo momento possano invadere il nostro corpo. Una mostra interessante è una tenia, lunga 8,8 metri, presa da una persona reale vivente. Qui puoi vedere i corpi degli animali, le cui parti sono state completamente sostituite da parassiti. Questa è, ad esempio, una tartaruga, la cui lingua è stata completamente sostituita da parassiti. Nel museo è possibile vedere una fotografia di un enorme scroto umano che, grazie ai parassiti, si è gonfiato e si è appeso alle caviglie. Allo stesso tempo, per le sue dimensioni, questa parte del corpo era abbastanza paragonabile al corpo della persona stessa. Ci vorrà molto tempo per dimenticare uno spettacolo del genere.

Catacombe dei Cappuccini, Palermo, Italia. Il cimitero stesso è un luogo inquietante, e talvolta diventa anche un museo. In questo caso, la sepoltura è terribile e insolita in sé. Il museo sotterraneo si trova direttamente sotto il cimitero del monastero, nelle catacombe. Ecco una raccolta di oltre ottomila corpi mummificati di persone che morirono nel periodo tra il 17 ° e il 18 ° secolo. I corpi qui pendono sui palchi e in alcuni punti giacciono sul pavimento. Trovarono il loro ultimo rifugio nei tunnel sotterranei della stessa città dove vivevano e morivano le persone. I cadaveri erano grigi e polverosi, ma si può ancora vedere che prima della sepoltura erano vestiti con gli abiti più eleganti che avevano durante la loro vita. Molte persone decedute riuscirono persino a lasciare le istruzioni prima della loro morte, così che a un certo punto i loro vecchi vestiti decaduti furono sostituiti con altri nuovi. Le orbite vuote delle mostre terribili e le loro bocche aperte in un sorriso sembrano ridere dei visitatori. Nelle catacombe, i morti sono collocati secondo una rigida classificazione che tiene conto dello status delle persone durante la vita. Inoltre, gli uomini sono tenuti separatamente da donne e bambini. Nel museo monaci, professori e vergini hanno le loro stanze.


Guarda il video: REAZIONE AI TIKTOK PIÙ SPAVENTOSI DI SEMPRE! (Agosto 2022).