Informazione

Illusioni olfattive

Illusioni olfattive



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Gli esperti chiamano la kakosmia illusioni olfattive molto rare, che consistono nel fatto che la percezione gioca a giochi "interessanti" con una persona - cambia odori e, di regola, in una direzione negativa. Cioè, odori familiari e piacevoli, illusori, assumono un carattere fortemente disgustoso (in un senso più ampio, la parola kakosmia significa qualsiasi odore sgradevole).

In medicina e psicologia, il termine "kakosmia" (anche, disosmia, parosmia) indica una sorta di illusione affettiva - distorsione, odori immaginari, una sorta di violazione del senso dell'olfatto sotto l'influenza di stress, eccitazione, paure, improvviso cambiamento di ambiente, ecc.

Tuttavia, quasi tutti gli esperti rilevano due fattori importanti, in primo luogo, questo fenomeno, sfortunatamente, non è stato praticamente studiato (né la sua natura, né la diagnosi corretta) fino ad oggi e, in secondo luogo, è poco distinguibile dalle allucinazioni olfattive (a volte generalmente si fonde con loro).

Inoltre, il verificarsi di illusioni dell'olfatto si presenta spesso per ragioni mediche naturali, non correlate alla psiche umana, a seguito di malattie comuni - carie, tonsillite cronica, sinusite in forma cronica o acuta, vari tipi di condizioni patologiche del tratto gastrointestinale.

Allo stesso tempo, dal punto di vista di psichiatri e psicologi, le cause di illusioni o allucinazioni olfattive (un odore sgradevole di muffa, aceto, decadimento, ecc.) Si trovano nel campo della patologia e parlano di errata irritazione dei recettori a seguito di un processo patologico nell'area di proiezione olfattiva corticale. E, prima di tutto, sulla violazione del gancio per giro del parahippocampo, che è responsabile della formazione di alcuni momenti comportamentali associati all'area delle emozioni e degli istinti.

Le illusioni olfattive (o allucinazioni) possono anche verificarsi a seguito di un attacco epilettico parziale, poiché la manifestazione di agnosia olfattiva (in questo caso, illusioni), l'emergere di un processo che compromette il riconoscimento di un noto odore precedente, sono direttamente correlate ai processi focali e bilaterali che si trovano nella zona dell'ippocampo ...

Non si deve ignorare che i disturbi olfattivi (illusioni olfattive) spesso sorgono nel processo di varie malattie che non sono correlate a lesioni del sistema nervoso, questo riguarda l'ipotiroidismo, il diabete mellito, la sclerodermia, la malattia di Paget, ecc.

I medici generici sono ben consapevoli dei casi di parosmia, manifestazione di insolite sensazioni immaginarie, illusioni olfattive durante l'esposizione a stimoli standard dell'olfatto nelle lesioni infiammatorie del rinofaringe, durante il ripristino di un senso dell'olfatto ridotto (in caso di malattia).

I medici chiamano il fenomeno delle illusioni olfattive il fatto che dopo le malattie da raffreddore (soprattutto virale), la possibilità di annusare bruscamente diminuisce, ma prima della malattia (durante il periodo di incubazione) si verifica sempre il fenomeno dell'iperosmia (forte aumento della sensibilità olfattiva).

I medici chiamano la causa di un maggiore senso dell'olfatto all'inizio della malattia come una sorta di effetto compensativo della coscienza, provocando la ricerca dei mezzi necessari per il recupero.

Nel caso in cui una persona abbia un alterato senso dell'olfatto, allora sorge una sola sensazione: il gusto e la solita percezione registra solo 4 principali tipi di gusto: dolce e salato, amaro e acido, e scompaiono tutte le sottigliezze specifiche inerenti al gusto di vari prodotti alimentari perché sono legati all'olfatto.

Con un forte raffreddore, le illusioni gustative e olfattive possono sorgere involontariamente simultaneamente: la cipolla ha un sapore dolce e profuma di mela. Un fatto sorprendente: dopo aver sofferto di malattie da raffreddore (soprattutto virali), l'olfatto diminuisce drasticamente, ma alla vigilia della malattia (durante il periodo di incubazione), si verifica sempre l'iperosmia.

Di norma, le distorsioni degli odori e le illusioni olfattive si presentano in modo completamente inaspettato, improvvisamente la percezione cambia e una persona inizia a sentire l'odore di bruciore nell'aroma degli agrumi (un caso comune) o un pizzico di zolfo nelle spezie odorose calde. Insieme alla distorsione (illusione) della percezione olfattiva, compaiono illusioni gustative.

Il fenomeno della percezione illusoria degli odori è anche chiamato anestesia del chemorecettore (ottusità) o ipersthesia (esacerbazione), possono verificarsi in momenti diversi, alcuni - periodicamente (all'inizio del ciclo mestruale, dopo una lesione cerebrale traumatica, grave shock nervoso).

E i periodi in cui una persona cerca di smettere di bere alcolici, usare droghe, fumare (o morire di fame), sono caratterizzati da forti perversioni, illusioni dell'olfatto, molte persone devono imparare a ri-percepire odori precedentemente familiari.

D'altra parte, il fatto che molti esperti credano che l'olfatto appartenga ai concetti della realtà, poiché contiene molecole che influenzano gli analizzatori olfattivi - recettori che sono in grado di causare una "risposta" di coscienza, parla della mancanza di studio del fenomeno delle illusioni olfattive. ma allo stesso tempo a livello del passaggio di una reazione biochimica.

Questa è una teoria abbastanza interessante, ma, come tutte le teorie sul verificarsi di illusioni olfattive, è controversa. E, tuttavia, ci sono molti esempi che dimostrano che le illusioni degli odori sorgono in condizioni di salute mentale assolutamente sane e senza deviazioni terapeutiche.

Ad esempio, ci sono molte persone che odorano di sale negli alimenti. Sebbene, come sapete, il sale sia un prodotto inodore, tuttavia, la coscienza di queste persone è così "mirata" a sentirlo, che si fa sentire.

Esistono concetti: "l'odore della paura", "l'odore dell'odio" e, nonostante il fatto che i medici tendano a interpretarli come un odore speciale di sudore secreto da una persona sotto stress, gli psicologi chiamano questo fenomeno l'illusione dell'olfatto.

Infatti, l'analizzatore olfattivo (recettori) è un insieme di complesse strutture sensoriali responsabili della percezione, del trasporto e dell'analisi degli odori che entrano nei passaggi nasali ed è indissolubilmente legato alle sensazioni del gusto. Tuttavia, la natura stessa degli odori può provocare l'apparizione di sensazioni illusorie, cioè il fenomeno delle illusioni olfattive.

Il complesso processo di percezioni erronee delle sensazioni olfattive (illusioni olfattive) è associato, in misura maggiore, non con l'odore naturale che emana dalla fonte, ma con lo stato attuale della salute umana (non stiamo parlando di anomalie mentali).

Inoltre, con le caratteristiche individuali della fisiologia (non per niente ci sono "sniffer", persone con un senso dell'olfatto estremamente sviluppato), memoria ed emozioni, associazioni, comprese le conseguenze del trauma, la capacità di fare inferenze, l'erudizione.

Gli psicologi incontrano molto spesso un fenomeno del genere quando vengono avvicinati da persone che dicono loro che una sostanza (profumo, deodorante, sapone) che era ben nota e piacevole solo ieri odora di "sbagliato" e fornisce un esempio della propria ricerca.

A queste persone è stato chiesto di annusare prima le colonie "corrette" (hanno concordato che fosse), e poi, da diverse colonie identiche, quella (contrassegnata) che aveva un odore "sbagliato", in 99 casi su 100 hanno scelto di non contrassegnare.

Questo è un vivido esempio di illusione olfattiva provocata da uno stato specifico di una persona in quel particolare momento (uno shock, risentimento, delusione, ecc.)

Gli psicologi affermano che una persona percepisce gli odori in due modi - naturale, reale e immaginario - areale, poiché ogni odore evoca immagini associative associate a eventi passati nella mente.

Più acutamente, ciò riguarda precisamente gli odori e i suoni della musica, questi due fenomeni possono cambiare la realtà esistente per una persona, sostituendola nella coscienza (e, quindi, nella percezione) con ricordi del passato e causare un'illusione olfattiva.

Il senso dell'olfatto, come nessun altro, è collegato alla psiche umana. Con l'aiuto di alcuni odori "brillanti" e memorabili, puoi manipolare la mente umana. Inoltre, con l'aiuto dell'olfatto, gli psicologi riescono a cambiare l'umore, le intenzioni e le azioni di una persona.

Il fenomeno della perversione, dell'illusione o dell'indebolimento del senso dell'olfatto potrebbe non apparire a lungo, e si verificano gradualmente, in una persona perfettamente sana in determinate condizioni - in casi di frequente abuso di alcol, in un momento di grave stress, con depressione, durante una gravidanza difficile, durante la menopausa, con assunzione di droghe e come effetto collaterale durante l'assunzione di determinati farmaci.

Ogni illusione olfattiva è un inganno dei sensi, che purtroppo può facilmente passare dalla forma di ordinarie distorsioni a dolorose illusioni olfattive e immagini olfattive allucinatorie.


Guarda il video: ILLUSIONI DEL CERVELLO. Come la mente ci inganna - Strane Storie (Agosto 2022).