Informazione

Berlino

Berlino



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Berlino è la città più grande della Germania, la sua capitale. Dal 1417, la città fu prima la capitale dell'elettore del Brandeburgo, poi della Prussia, e dopo la creazione dell'Impero tedesco divenne la sua capitale.

Dopo la fine della seconda guerra mondiale, la città fu divisa in due parti, tra le quali fu eretta la famosa cinta muraria nel 1961. E Berlino divenne la capitale di un paese già integrato.

Oggi la città ospita circa 3,5 milioni di persone. Non è solo il centro politico ma anche culturale della Germania. Numerosi turisti vengono qui, perché la città ha molti musei iconici, c'è birra economica e tollerante verso persone insolite.

Tuttavia, molti dei nostri compatrioti, anche quelli che vivono a Berlino, non conoscono abbastanza bene questa grande città. Sfateremo i miti più famosi su di lui. Oltre alla vita della città stessa, sarebbe bello imparare qualcosa sulla sua storia.

Miti di Berlino

Berlino è una città povera. "Berlino è povera ma sexy." Questa è la frase che il sindaco della città, Klaus Wowereit, ha pronunciato di recente. Doveva essere il motto della campagna turistica. Lo slogan è piuttosto singolare, ma è peggio del precedente "Bee Berlin"? Questa frase avrebbe dovuto riflettere l'atteggiamento liberale dei cittadini nei confronti del sesso, ma sembrava una balbuzie. In effetti, è vero che Berlino è povera rispetto al resto della Germania. Ogni abitante della quinta città vive di benessere, ogni terzo figlio vive al di sotto della soglia di povertà. E queste proporzioni non stanno diminuendo. La città ha una doppia disoccupazione rispetto al resto del paese - 12% contro il 6%. D'altra parte, la città sta diventando una delle più efficienti del Paese in termini di PIL. È cresciuto dell'1,75% tra il 2004 e il 2009, che è tre volte la media nazionale. La distribuzione della ricchezza può essere sproporzionata, specialmente quando si tratta di immigrati, ma i numeri complessivi non sono così tragici come vengono presentati ai turisti. In entrambi i casi, la povertà non può sembrare tanto sessuale come la interpreta il sindaco gay. Le zone veramente povere della città hanno problemi sociali reali. Molti di questi siti si trovano nell'ex Berlino Est o fuori dalla circonvallazione interna della città, dove sono stati costruiti enormi complessi abitativi a tempo debito, senza riguardo alle infrastrutture. Nella zona di Marzahn-Hellersdorf, la disoccupazione è del 18%, molti residenti semplicemente non possono uscire dalla propria situazione vivendo qui.

Berlino ha un alloggio molto economico. Come nella maggior parte delle capitali europee, c'è sempre l'opportunità di affittare alloggi economici in aree svantaggiate. Ma i giorni di loft economici per artisti in quartieri popolari come Mitte e Kreuzberg sono ormai lontani. A riprova del mito, si cita il fatto che è possibile affittare un appartamento a Neukölln il doppio di un appartamento simile a Londra. In effetti, il mercato immobiliare nella capitale tedesca è in costante crescita. Negli ultimi due anni, i prezzi degli affitti sono aumentati di circa l'8%. E il costo dell'affitto nelle aree di medio prestigio sta gradualmente salendo all'élite.

I turisti sono da biasimare per l'aumento degli affitti. Non è un segreto che molti giovani viaggiano a Berlino. Ci sono molti club e la birra costa poco. Secondo un sondaggio dello Smithsonian Magazine, Berlino è persino inclusa nell'elenco di 43 luoghi da vedere prima di morire. Ma cosa vogliono vedere le persone in città? Ci sono molti musei e gallerie, ma i visitatori dai 18 ai 35 anni vengono qui per bevande economiche e famosi luoghi di ritrovo. Ma secondo le statistiche, su venti milioni di ospiti che hanno visitato la città tra gennaio e novembre 2011, circa tre milioni scelgono non hotel, ma altri luoghi di alloggio. Di solito in questo caso significa affittare un appartamento. Ma questo aggiunge valore all'affitto? I turisti non stabiliscono da soli il prezzo del noleggio, creano la domanda, che determina prezzi più alti in un'economia di mercato. Gli investitori stanno anche acquistando condomini, trasformandoli in luoghi di residenza di breve durata. Il complesso mercato immobiliare coinvolge non solo i turisti che vengono qui, ma anche residenti locali, stranieri o altri tedeschi. La dinamica dell'economia locale è un altro fattore importante per aumentare i valori abitativi. Gli investimenti vengono in città, compresi quelli stranieri. Rispetto a Londra o Parigi, non ce ne sono ancora molti, è solo che negli ultimi decenni la città ha vissuto un'insolita trasformazione economica.

Berlino è la Mecca tecnologica dell'Europa. Si ritiene che il business della tecnologia digitale si stia gradualmente sistemando a Berlino anziché a Londra. Anche l'ufficio del sindaco ha recentemente pubblicato piani per l'avvio della connessione Wi-Fi gratuita in tutta la città. È previsto il lancio di un centro di avvio a Mitte per stimolare ulteriormente il clima imprenditoriale. Oggi, i proprietari di MacBook si trovano in abbondanza intorno a Rosenthaler Platz. E i blog tecnici lodano sempre più Berlino. Tuttavia, questo è lontano da San Jose e tutte queste grandi startup non svolgono ancora un ruolo importante nella struttura dell'economia urbana. Berlino, come il resto della Germania, guadagna ancora dalla vendita al dettaglio, dalle esportazioni e dal turismo. È quest'ultimo che offre un impressionante 64% del reddito annuo per le imprese di servizi e commerciali. Quindi i lavori nel settore IT sono ancora sogni. Le start-up e le società Internet non sono nemmeno elencate nel riepilogo ufficiale dell'economia cittadina. E mentre il governo ha recentemente approvato una legge da $ 100 milioni per investire in progetti IT, c'era una proposta per i liberi professionisti che potevano lavorare contro le piccole imprese indipendenti che cercavano di rimettersi in piedi. Quindi, da un punto di vista economico, le start-up IT di Berlino sono ancora agli inizi e la città è pronta a passare da "povera ma sexy" a "ricca e intelligente"?

L'unico gruppo etnico significativo a Berlino sono i turchi. I turchi rappresentano una percentuale impressionante di residenti in alcune aree, ad esempio a Kreuzberg, il 30% di 160 mila. In totale, secondo i dati ufficiali, il 14% della città è straniero, di cui circa 119 mila sono cittadini turchi. E questo riguarda solo gli immigrati, e molti nativi di questo paese asiatico hanno già ricevuto la cittadinanza tedesca. Nonostante l'impressionante contributo di questa diaspora alla cultura e all'economia della città, è ben lungi dall'essere l'unico gruppo etnico significativo. Berlino è la patria di 36 mila polacchi, ci sono serbi, italiani, americani e francesi. Ci sono anche molti russi in città, che costituiscono un terzo della popolazione della regione di Marzahn-Hellersdorf. Un tempo, l'integrazione europea ha cancellato i confini tra le nazioni, in modo che l'attenzione sia rivolta alle culture esotiche. Inoltre, vi è una grande comunità di lingua araba, principalmente da Libano, Palestina e Iraq, che sono confusi con i turchi. Una delle più grandi comunità vietnamite al di fuori del paese vive a Berlino - qui 83 mila persone hanno un'origine corrispondente. I nativi dell'Africa occidentale aprono deliziosi ristoranti a Neukölln e Kreuzberg. E sebbene statisticamente, sono i turchi ad essere il più grande gruppo etnico straniero in città, la città in termini di nazionalità è molto più diversificata di quanto possa sembrare a prima vista.

Chiunque a Berlino parla un buon inglese. Secondo gli ultimi dati, ci sono solo 25.400 espatriati a Berlino da quei paesi in cui la lingua ufficiale è l'inglese. Questo è meno di una percentuale del numero totale di cittadini. L'inglese è obbligatorio nelle scuole tedesche, è facile pensare che Berlino sia facile viaggiare senza conoscere la lingua locale. I cittadini, anche se sembrano ostili, aiuteranno sempre un turista di lingua inglese. Solo una scarsa conoscenza del tedesco diventerà un problema se devi vivere a Berlino per molto tempo. Parlare con un impiegato, un idraulico o un venditore solo in inglese non funzionerà. Serate di scambio di lingue o corsi di tedesco possono aiutare. Se hai intenzione di affittare un appartamento, allora è meglio trovare un vicino tedesco. Ti aiuterà ad adattarti a un ambiente sconosciuto e ti fornirà la pratica linguistica quotidiana.

C'è molta arte di strada in città perché è legale qui. Passeggiando per Berlino, presti spesso attenzione alle immagini dipinte con spray e stencil. Sembra che le autorità consentano con calma questa forma di creatività. Infatti, qualsiasi graffito o arte di strada su edifici pubblici o privati ​​senza il permesso del proprietario è punito con una multa fino a duemila euro o addirittura tre anni di carcere. Eppure ci sono migliaia di opere illegali nei vicoli, tra cui alcune dallo stesso Banksy. Gli artisti locali sono diventati leggende dell'arte underground, raggiungendo già il livello internazionale. Ma il più delle volte, gli artigiani di strada preferiscono lavorare in magazzini abbandonati, vecchi cantieri edili e oggetti con proprietà poco chiare.

Berlino Ovest è noiosa. Non è un segreto che la maggior parte dei creativi scelga la parte orientale della città. Ma ciò non significa che la parte occidentale di Berlino sia molto noiosa. Ecco lo stesso Kreuzberg, polveroso e sporco, e abbastanza orientale nello spirito. Considerato il peggior quartiere in questa parte della città, Charlottenburg era un tempo l'epicentro della vita culturale e sociale di Berlino. Ci sono molti musei e gallerie interessanti, ottimi ristoranti, almeno un caffè bohémien 24 ore su 24, hotel eleganti e alla moda, lontano dal commercio e dalla frenesia. Non dimenticare di altre regioni occidentali. Schöneberg è un posto interessante dove trascorrere il tuo tempo. Nollendofplatz è uno dei centri della vita notturna di Berlino, il centro della comunità gay. Anche prima della caduta del muro, Schöneberg era un eccellente luogo di riposo. I giovani fumavano nei caffè locali, la gente parlava di una varietà di argomenti. Oggi a giugno si svolge qui uno dei festival "arcobaleno" più famosi "Berlin Pride". Lo stesso distretto popolare di Neukölln appartiene alla parte occidentale, anche se molti lo associano alla parte orientale.

La regione di Prenzlauer Berg ha la più grande percentuale di bambini in Europa. Si ritiene che ci siano molti yuppy svevi che possono essere trovati con passeggini per le strade. L'area stessa è considerata un'area giovanile, ci sono più che altrove nella città di persone dai 20 ai 44 anni. Il baby boom è chiaramente visibile qui, i campi da gioco sono costantemente pieni. È difficile immaginare che Prenzlauer Beng assomigliasse a Kreuzberg 10 anni fa. Punk, dissidenti, poesie e intellettuali vivevano qui tutto il tempo. Oggi si ritiene che molti svevi vivano qui. Questa nazione della Germania meridionale è considerata parsimoniosa e amante dei bambini. Gli svevi preferiscono una vita confortevole e parlano di argomenti importanti. E sebbene l'area stessa sia davvero cambiata oltre il riconoscimento, e la maggior parte dell'intrattenimento primitivo è un ricordo del passato, l'affermazione del baby boom è ancora un mito. In confronto con altre aree della città, il tasso di natalità è simile qui. Anche se alcuni dei club famosi hanno recentemente chiuso, si tratta più di una tendenza in tutta la città. Ci sono ancora posti nella zona che sono in contatto con yuppies.

Non è permesso fumare a Berlino. Ci sono davvero divieti di fumare nei luoghi pubblici della città. Questo vale per metropolitane, treni elettrici, hotel e ristoranti. E anche se sembra scomodo, c'è una via d'uscita. Molti ristoranti hanno tavoli nelle strade dove è possibile fumare una sigaretta. È vero, sulle piattaforme aperte della metropolitana e dei treni elettrici, i tedeschi non esitano a fumare.

A Berlino, i pedoni sono estremamente disciplinati. Tutti conoscono l'amore dei tedeschi per l'ordine. Ma anche a Berlino puoi incontrare pedoni che, di fretta, attraversano la strada a un semaforo rosso o nel posto sbagliato. Ciò accade soprattutto quando i jogging escono per strada e ci sono poche macchine sulle strade.

È difficile trovare un bagno pubblico a Berlino. Un turista non dovrebbe preoccuparsi di cercare un bagno. Qui puoi contattare qualsiasi bar o ristorante con una richiesta per andare in bagno. Tale richiesta non sorprende nessuno, il costo di tale servizio va da 50 centesimi di euro a euro. E negli stessi Starbucks o McDonald's puoi usare il bagno gratuitamente. Va notato che questa è una soluzione semplice e conveniente per tutti. I turisti non devono soffrire alla ricerca dell'istituzione desiderata e gli stessi tedeschi ricevono un reddito stabile aggiuntivo.

I pedoni possono essere calmi sui marciapiedi. Berlino ha condizioni eccellenti per i pedoni: i marciapiedi qui sono quasi più larghi delle strade stesse. Ma bisogna tenere presente che molto spesso parte di tale percorso sarà occupata da una pista ciclabile. E i ciclisti non cederanno, essendo nella loro corsia. Chiameranno ad alta voce i pedoni per cedere.

Durante l'assalto di Berlino durante la seconda guerra mondiale, centinaia di migliaia di soldati sovietici morirono invano. Ci sono cifre abbastanza ufficiali di perdite durante quell'operazione. Dal 16 aprile all'8 maggio, le truppe sovietiche persero 352 mila soldati, di cui 78 mila persi irrimediabilmente. Non è necessario parlare di un milione o centinaia di migliaia di persone uccise. Durante questo periodo, i tedeschi persero solo 400 mila soldati uccisi, altri 380 mila furono catturati. L'efficacia di assaltare la città può essere stimata almeno dal rapporto delle perdite.

Berlino non poteva essere presa d'assalto, ma circondata e affamata. All'inizio dell'operazione, la maggior parte delle truppe tedesche erano fuori città. Non è un caso che 3,5 milioni di tedeschi siano stati catturati dagli alleati e 1,5 milioni siano stati catturati dall'Unione Sovietica. È ovvio che senza la cattura della capitale della Germania e, di conseguenza, la morte di Hitler, le truppe avrebbero continuato a resistere, il che avrebbe comportato ulteriori vittime.

Berlino avrebbe potuto essere ripresa nel febbraio del 1945. La conoscenza della cronologia degli eventi suggerisce che Berlino avrebbe potuto essere presa prima. Alla fine di gennaio del 1945, le truppe sovietiche catturarono teste di ponte sull'Oder, a soli 70 chilometri da Berlino. Tuttavia, le truppe del 1 ° fronte bielorusso si rivolgono alla Pomerania. Il maresciallo Chuikov ha ricordato che lo stesso Stalin è stato l'iniziatore di questo, che ha contrastato i piani di Zhukov di prendere Berlino. In realtà, l'esercito ha dovuto tirare su la parte posteriore - a gennaio, 500 chilometri dalla Vistola all'Oder sono stati rapidamente coperti. I tedeschi sono riusciti a formare una potente difesa qui. E una tale manovra ha permesso di sconfiggere il raggruppamento in Pomerania e liberare diversi eserciti per la futura offensiva principale. Solo un avventuriero, che Zhukov non era, poteva iniziare un'offensiva su Berlino in quel momento.

Stalin organizzò una competizione tra Zhukov e Konev per il diritto di prendere Berlino. Si ritiene che al costo di migliaia di soldati, i generali abbiano gareggiato per il diritto di prendere la capitale del nemico. Infatti, oggi, studiando le direttive del Quartier Generale ai fronti, il mito è facile da sfatare. A Zhukov fu chiaramente ordinato di impadronirsi di Berlino e a Konev fu ordinato di sconfiggere il gruppo nemico a sud della città. Tuttavia, Konev stesso decise di attaccare Berlino con le principali forze del sud al fine di ottenere gli allori del vincitore. Ma era lontano da Stalin che organizzava la competizione dei fronti.

I tedeschi a Berlino bruciarono gli eserciti di carri armati dell'Unione Sovietica. Oggi dicono che non valeva la pena portare carri armati a Berlino. Nelle condizioni di un edificio cittadino, furono semplicemente bruciati con mecenati. Alla domanda se valesse la pena entrare nella città con i carri armati, il generale Rybalko, comandante della 3a armata, rispose. Crede che l'esperienza della Grande Guerra Patriottica abbia dimostrato l'inevitabilità di tali decisioni. E l'esperienza di condurre battaglie di strada deve essere appresa da carri armati e truppe meccanizzate. Ma furono le truppe di Rybalko che presero d'assalto Berlino. Oggi, sulla base di documenti d'archivio, puoi scoprire il costo dell'uso di carri armati durante l'assalto alla città.Ognuno dei tre eserciti entrati perse un centinaio di veicoli da combattimento. La metà di loro è stata sparata da cartucce di faust. Ma nello stesso 2 ° esercito di Bogdanov c'erano solo 685 veicoli da combattimento. Quindi non c'è bisogno di dire che l'esercito è stato bruciato a Berlino. Ma i carri armati divennero un supporto affidabile per la fanteria e le truppe sovietiche furono in grado di contrastare in modo affidabile i faustisti.

Dopo la vittoria, le truppe sovietiche fecero saltare in aria il Reichstag. C'è una leggenda secondo cui i nostri soldati, dopo la fine della guerra, eseguirono uno dei simboli del "Terzo Reich". L'edificio non aveva nulla di cui pentirsi, era un peccato solo perdere le iscrizioni lasciate qui. In realtà, ciò non è accaduto. Durante la divisione della città, il Reichstag rimase nella parte occidentale, non lontano dal futuro muro di Berlino. L'edificio fatiscente solo nel 1954 attirò l'attenzione delle autorità. Quindi la cupola fu smantellata, che stava per crollare. Per inciso, il Reichstag doveva essere demolito anche dagli stessi tedeschi sotto Hitler. Inoltre, l'edificio non ha avuto alcun ruolo politico nella vita del paese. Il ministro Speer ha persino elaborato un progetto per la costruzione di una nuova capitale del mondo tedesco. Hitler voleva demolire la vecchia Berlino e costruire su questo sito la città principale del Nuovo Ordine Mondiale. E dopo la guerra, il Reichstag rimase fatiscente per lungo tempo. Solo nel 1973 il restauro è stato completato e qui si sono tenute mostre storiche e incontri delle fazioni del Bundestag. E negli anni '90 fu effettuata una nuova ricostruzione dell'edificio, che fu deciso di lasciare 159 graffiti sovietici. Il Bundestag si trasferì nel Reichstag da Bonn.

Il Reichstag fu l'ultima roccaforte della Germania di Hitler. Nel 1945, il Reichstag stesso in Germania aveva perso da tempo il suo significato, ma per le truppe sovietiche era uno dei più forti centri di resistenza. Ma nella stessa Berlino, non fu l'ultima roccaforte dello stato e personalmente di Hitler. Questi includono il bunker personale del Fuhrer e la costruzione della cancelleria imperiale. Fu da lì che la guarnigione della città fu controllata. Ma per l'esercito sovietico, il Reichstag si rivelò un obiettivo adatto. La sua cattura segnò la fine della guerra, quindi tutti si sforzavano lì. Il comandante del reggimento che ha preso d'assalto il Reichstag, F.M. Zinchenko non sapeva nemmeno che il bunker di Hitler si trovava nelle vicinanze. Se avesse avuto tali informazioni, i soldati, naturalmente, avrebbero cercato di prendere vivo il Fuhrer.

Hitler ordinò l'allagamento della metropolitana di Berlino. Questo mito è stato creato dalla propaganda sovietica. Alla gente fu detto che Hitler, vedendo l'approccio dei soldati sovietici attraverso i tunnel della metropolitana verso la Cancelleria del Reich, ordinò di inondare la struttura sotterranea. Ma civili e feriti soldati tedeschi si nascondevano dai bombardamenti. Furono loro a diventare le principali vittime dell'ordine criminale. Questa leggenda è stata persino incarnata nel film "Liberazione. L'ultimo assalto ". La propaganda domestica afferma che fino a 200 mila persone morirono allora. In realtà, non vi era alcun ordine in linea di principio, è stato trovato negli archivi. E Hitler non ha mai distrutto il suo popolo invano. Era anche impossibile inondare tecnicamente la metropolitana; tali blocchi non sono costruiti in linea di principio a causa del pericolo di un guasto del sistema. Ed era impossibile allagare rapidamente le stazioni, perché per la maggior parte sono vicine alla superficie e certamente al di sopra del livello della Sprea. Fino a 400 persone sono morte nella metropolitana, mentre hanno subito bombardamenti costanti. I tunnel sono crollati, ma il livello dell'acqua ha raggiunto a malapena mezzo metro. Inoltre, gli stessi tedeschi lo hanno costantemente pompato. Direttamente dall'acqua, una persona disabile morì, che vi cadde dalla sedia a rotelle e annegò.


Guarda il video: 1989-Cronache Dal Muro Di Berlino (Agosto 2022).