Informazione

Elefanti

Elefanti



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Gli elefanti sono una famiglia dei più grandi e potenti mammiferi terrestri viventi. Questi sono alti pachidermi delle regioni tropicali dell'Asia e dell'Africa. Gli elefanti sono divisi in due generi: elefanti indiani ed elefanti africani.

Gli elefanti hanno enormi teste e corpi, un lungo tronco, grandi orecchie a forma di ventaglio e zanne. Il tronco disossato e muscoloso degli elefanti è un labbro superiore e naso fuso e allungato. È generalmente accettato di considerare un elefante un animale intelligente, sebbene il suo cervello, sebbene di dimensioni assolute, sia sproporzionatamente piccolo rispetto alla sua enorme massa corporea.

Questi animali si nutrono di giovani germogli di arbusti e alberi, oltre a tuberi e persino corteccia d'albero. Per mantenere il peso e la forza normali, l'animale deve ricevere circa 250 kg di mangime e 190 litri di acqua al giorno.

Gli elefanti vivono in greggi, che consistono in una o quattro famiglie e si uniscono sotto la guida di una delle femmine 30-50 individui, tra cui molti elefanti. L'aspettativa di vita degli elefanti in condizioni favorevoli può raggiungere i 60 anni.

Guardando questi grandi animali, provi involontariamente rispetto e ammirazione per loro. Sembra che siano animali molto calmi, intelligenti e antichi. Certo, per gli abitanti dell'Europa, l'elefante è solo un abitante dello zoo o del circo, mentre per gli abitanti dell'Asia e dell'Africa, è un assistente indispensabile per centinaia di anni. Sappiamo così poco di questi fantastici animali e parte della nostra conoscenza è sbagliata, quindi cercheremo di sfatare alcuni dei miti sugli elefanti.

Gli elefanti hanno paura dei topi. Questo è il mito più comune sugli elefanti, replicato anche nei cartoni dei bambini. Gli scienziati hanno condotto numerosi esperimenti, desiderando confutare o confermare questa convinzione. In un mucchio di sterco di elefante, i ricercatori hanno nascosto un topo, sperando di mostrarlo agli elefanti quando si avvicinano. Va notato che, dopo aver notato il topo, l'elefante è stato molto sorpreso e ha preferito ritirarsi. L'esperimento è stato ripetuto più volte e il risultato sarebbe stato lo stesso. Gli elefanti, quando videro il topo, preferirono davvero starne alla larga. Ciò non è dovuto alla paura degli elefanti, ma alla loro naturale cautela. Questi animali preferiscono stare lontano da creature sconosciute e incomprensibili, ma senza panico. Quindi questo mito può essere considerato parzialmente giusto. Nel corso di altri esperimenti, gli elefanti non sono scappati affatto, ma hanno calpestato con calma i piccoli roditori, il che conferma ancora una volta l'affermazione che gli elefanti non hanno paura dei topi.

Cimitero degli elefanti. Migliaia di elefanti muoiono ogni anno, ma quasi nessuno ha visto i cadaveri di questi animali in tali numeri. Ci sono leggende di vecchia data secondo cui gli elefanti hanno i loro cimiteri, nascosti da una giungla impenetrabile, dove vanno a morire, sentendo la fine avvicinarsi. Nell'India meridionale, si ritiene che il cimitero degli elefanti si trovi in ​​un lago remoto non accessibile agli umani.
John Sanderson ha gestito la stazione per catturare elefanti per 13 anni e nel suo libro dice che ha visto i resti di elefanti morti solo due volte, e anche loro sono morti a causa di incidenti. In Africa, si ritiene che questi animali, come se pagassero il loro ultimo debito, seppelliscano i loro parenti. I ricercatori descrivono i casi in cui gli elefanti sani aiutano i malati e questi animali giganti possono stare attorno a un fratello defunto per un massimo di tre giorni. Ci sono stati casi in cui gli elefanti hanno coperto il corpo di un fratello defunto con erba e rami o trasportato i resti trovati su lunghe distanze, ma queste sono solo azioni isolate che denotano ulteriormente un mistero. Decenni di ricerche non hanno mai risposto a questo mistero. È vero, nel 18 ° secolo in Angola, furono trovate pile di avorio, incoronate da idoli e ossa umane, ma gli scienziati arrivarono alla conclusione che questa formazione era opera delle mani dell'uomo, non della natura.
Gli scienziati hanno il loro punto di vista su questo fenomeno, che spiega il fenomeno della scomparsa dei cadaveri da parte del sistema di alimentazione dell'elefante. Nella vecchiaia, i muscoli dell'elefante si atrofizzano e i denti cadono. Indebolendo, l'animale cerca luoghi profondi e umidi per sostenere la sua esistenza. Lì, nel limo, l'elefante indebolito alla fine si blocca, perdendo mobilità. Il suo corpo è rosicchiato da coccodrilli e spazzini e lo scheletro viene distrutto dall'acqua. Aquiloni e pappagalli penetrano all'interno del cadavere attraverso le aperture anali e orali, e gli istrici mangiano il midollo osseo, distruggendo le zanne. La giungla è un grande riciclatore, aiutando gli elefanti a nascondersi dopo la morte. Secondo gli zoologi, non esiste un cimitero gigante in quanto tale - l'Africa stessa è un cimitero continuo per elefanti.

Un elefante intossicato è estremamente pericoloso. Questa leggenda è molto comune tra i turisti che visiteranno l'Africa. Dicono che elefanti ubriachi ed elefanti, impazziti, si precipitano attraverso le steppe, rompendo edifici e schiacciando piccoli animali. Si dice che stiano quasi cercando persone in agguato, cercando di catturarle di sorpresa. Tutti questi sono miti puri. Spesso le storie su questo sono incluse nelle guide per dare al viaggio un tocco di pericolo ed estremo. Gli elefanti mangiano frutti di marula, ma non si ubriacano affatto. Sebbene questi frutti contengano alcol, il massimo effetto è dato solo dai frutti maturi caduti, che l'elefante non solleverà mai da terra. È impossibile immaginare un elefante in piedi vicino a un albero con frutti succosi maturi, in attesa della maturità finale e cadere in bocca. Gli scienziati hanno persino calcolato il numero di frutti da cui un elefante può effettivamente ubriacarsi - questo richiederà circa 27 litri di succo puro, cioè quasi un migliaio e mezzo di frutti maturi, il che è semplicemente irrealistico. Ma ci sono molti aneddoti sugli elefanti ubriachi in piedi sulle zampe posteriori che si sollevano tra i cespugli o che parlano con i viaggiatori. All'inizio del 19 ° secolo, gli scienziati arrivarono alla conclusione che gli elefanti mangiano questi frutti per riscaldarsi, ma le persone vogliono davvero vedere un elefante ubriaco, e quindi credono in questo mito.

Tutti gli elefanti sono grigi. In effetti, gli elefanti possono essere di diversi colori: ci sono elefanti rosati, grigi, fumosi e persino bianchi. In Thailandia, gli elefanti bianchi sono particolarmente popolari, che sono molto rari e vengono utilizzati per esigenze reali, come simbolo del potere. In questo paese, esiste anche una commissione speciale che sta cercando e selezionando tali animali. L'elefante bianco ha persino causato una guerra tra Birmania e Tailandia circa quattro secoli fa. Nascono estremamente raramente, si ritiene che più animali del genere nel paese, più favorevoli saranno i cieli per lo stato. Una bellissima leggenda thailandese afferma che la Via Lattea è un grande branco di elefanti bianchi che pascolano nel cielo notturno. In generale, il colore degli elefanti dipende dal colore del suolo su cui vivono questi animali, nonché dalla polvere con cui si bagnano l'un l'altro.

La funzione principale di un elefante è di trasportare pesi. L'uso di elefanti come unità di combattimento è ampiamente noto nella storia; nel sud-est asiatico, sostituirono la cavalleria, erano un veicolo o un mezzo spaventoso. Le truppe con elefanti nella loro composizione avevano le massime possibilità di vittoria, e maggiore è il numero di questi combattenti nell'esercito, maggiore è la probabilità di successo. Gli elefanti da guerra avevano persino un'imbracatura speciale. Anche l'altro lato di questi animali è interessante. Nella città di Lampang, c'è persino un intero centro di elefanti, in cui gli abitanti differiscono dai loro parenti nella loro capacità di disegnare e suonare vari strumenti musicali. Naturalmente, questa azione si svolge con l'aiuto di una persona che tiene la tela e aiuta a immergere il pennello nella vernice. Questo centro è molto popolare tra i turisti che acquistano volentieri i quadri che preferiscono. Ci sono anche mostre delle opere più interessanti. Pertanto, non si dovrebbero ridurre le capacità di questi animali solo al lavoro fisico, le capacità degli elefanti sono diverse e, senza dubbio, una persona deve ancora imparare molto sugli elefanti.

Gli elefanti sono creature gentili e ingegnose. Qualunque cosa sia! Non sottovalutare l'astuzia e la natura di questi animali. Un animale arrabbiato non si fermerà davanti a nulla, demolendo edifici, calpestando persone, quindi non dovresti prenderli in giro. Un esempio dell'astuzia degli elefanti può servire come caso in una piantagione di canna da zucchero, quando le terre recintate con fili elettrici erano ancora visitate dagli elefanti. Come è successo? I furbi sradicarono l'albero, gettandolo sul filo, rompendo il recinto e, attraverso il passaggio formato, uno dopo l'altro gli animali entrarono nel campo, iniziando a mangiare le prelibatezze.

Gli elefanti hanno paura delle api. Ma questa affermazione non è affatto un mito. Gli zoologi hanno condotto studi che hanno confermato che questi animali giganti hanno davvero paura delle api. Avendo sentito l'allarmato sciame, gli elefanti lasciano immediatamente questo territorio. In Kenya, gli elefanti aggirano diligentemente quei cespugli su cui si trovano gli alveari più completi. Nello Zimbabwe, gli elefanti hanno persino cambiato le loro rotte migratorie abituali. Tuttavia, tale cautela è facile da capire - dopo tutto, le api africane sono molto aggressive, persino un caso è stato registrato quando uno sciame arrabbiato ha persino ucciso un bufalo africano. Gli scienziati hanno deciso di chiarire questo fatto registrando i suoni emessi dall'alveare. Successivamente, gli altoparlanti wireless si trovavano nei falsi tronchi d'albero, da cui venivano ascoltati i suoni registrati. Delle 17 famiglie situate sotto gli alberi, 16 si ritirarono in un minuto e mezzo e la metà in generale - in 10 secondi. È importante notare che è stata l'intera mandria a lasciare, non i singoli rappresentanti. Questa ricerca aiuterà a proteggere sia gli edifici che i terreni dagli elefanti e gli stessi elefanti dall'incontro con gli umani, a seguito dei quali gli animali spesso muoiono.

Gli elefanti possono stare in piedi. Quasi tutti abbiamo questa convinzione - dopo tutto, noi stessi abbiamo visto atti circensi. Tuttavia, in natura, gli elefanti non si mettono mai in testa. Sull'arena, questi numeri sembrano abbastanza innocui e persino divertenti, ma poche persone sanno che dietro a questo c'è un allenamento estenuante e brutale. Usando pestaggi e privazione del cibo, gli elefanti sono costretti a compiere atti circensi, sebbene questi movimenti contraddicano i modi naturali dell'animale. Ad esempio, stare su una gamba è semplicemente pericoloso per un animale, poiché è esposto a un sovraccarico eccessivo. Tuttavia, ciglia, iniezioni in aree sensibili e persino esposizione alla corrente elettrica fanno il loro lavoro: questo effetto è molto più evidente del dolore quando le articolazioni sono sovraccaricate. Per gli elefanti, anche una puntura di vespa è molto spiacevole, la pelle inizia a sanguinare. Pertanto, nel circo, gli elefanti sono sotto costante pressione mentale e fisica, temono il dolore, aspettano il cibo. Sfortunatamente, questo è l'unico modo per costringere gli animali a compiere azioni che non erano previste dalla natura.

Gli elefanti sono animali goffi. Nonostante l'apparente ingombro, queste sono creature piuttosto aggraziate, con passi ritmici camminano a una velocità di circa 6 km / h e possono percorrere brevi distanze a velocità fino a 40 km / h. Certo, un elefante non può galoppare e saltare. Anche un ampio fossato, che l'elefante non può attraversare, diventa un ostacolo insormontabile per lui. Anche questi animali nuotano bene, mantenendo una velocità di circa 1,6 km / h in acqua per quasi 6 ore.


Guarda il video: Artina Berisha Elefanti Trashulluq Official Video HD (Agosto 2022).