Informazione

Franz Yakovlevich Lefort

Franz Yakovlevich Lefort



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Franz Yakovlevich Lefort (francese Francois Le Fort, tedesco Franz Jakob Lefort, 23 dicembre 1655 (2 gennaio 1656), Ginevra - 2 marzo (12), 1699, Mosca) - statista russo e capo militare, ammiraglio generale, associato di Pietro I ...

Franz Yakovlevich Lefort è nato nel 1656. Era il figlio di un commerciante di Ginevra. Fino al 1670, Franz studiò al Collegium di Ginevra, dopo di che andò a studiare commercio a Marsiglia. Nel 1674, decise di iniziare il servizio militare in Olanda, e presto arrivò in Russia. Lefort ha preso parte attiva alle campagne di Crimea e Azov. Nel 1689, una stretta amicizia si sviluppò tra lui e Pietro I. Dopo la prima campagna di Azov, Franz Yakovlevich ha ricevuto il grado di ammiraglio della flotta russa. Formalmente, Lefort era a capo della Grande Ambasciata.

Lefort non era soddisfatto dei suoi studi commerciali. Nel 1674 Franz Yakovlevich andò in Olanda. I genitori, a proposito, non approvavano le decisioni del figlio. Così, Lefort iniziò il suo servizio militare tra i seguaci di Friedrich-Casimir, il duca di Courland. Tuttavia, presto Franz Yakovlevich venne a Mosca con il grado di capitano. L'intera vita successiva di Lefort fu saldamente connessa con la Russia.

V.V. Golitsyn è il santo patrono di F.Ya. Lefort. Nel 1681, Lefort ricevette una vacanza, dopo di che andò nella sua terra natale - a Ginevra. Le persuasioni dei suoi parenti di rimanere da queste parti non influenzarono la decisione di Franz Yakovlevich di servire in Russia, dove arrivò alla fine delle sue vacanze. Qui Lefort apprese che lo zar russo Fyodor Alekseevich era morto e che la sorella di Ivan e Peter, la principessa Sophia, divenne il sovrano di fatto. Fu il suo favorito che iniziò a patrocinare Lefort, che già nel 1683 divenne tenente colonnello, che fu molto celebrato nell'insediamento tedesco.

Lefort ha preso parte alle campagne della Crimea. Il loro organizzatore era V.V. Golitsyn. Le campagne del 1687 e del 1689 non ebbero successo. Per tutto il tempo Golitsyn è stato accompagnato da F.Ya. Lefort. Dopo la prima campagna di Crimea, Franz Yakovlevich fu promosso colonnello.

L'amicizia di Lefort con Pietro I iniziò nel 1689. Nell'autunno di quest'anno, Peter divenne molto vicino a Lefort e Gordon (che era un parente della moglie di Franz Yakovlevich). È vero, questo riavvicinamento non fece piacere al patriarca Joachim, che era fortemente contrario all'amicizia dello zar con gli stranieri (ea molti aderenti alle antiche usanze di Mosca, sembrava qualcosa di inammissibile). A proposito, lo stesso Pietro fu in grado di visitare apertamente l'insediamento tedesco, dove vivevano le sue nuove conoscenze, solo dopo la morte di Gioacchino - nel 1690. Il giovane zar aveva una forte attrazione per tutto ciò che era europeo: introdusse persino un abito straniero nel suo guardaroba quotidiano.

Pietro I mostrò segni della sua amicizia con Lefort. In onore della nascita dell'erede, Tsarevich Alexei, lo zar conferì a Franz Yakovlevich il grado di Maggiore Generale. E dopo che, dato che un gran numero di eventi (incluse le feste) si tenevano nella casa di Lefort (sulle rive del fiume Yauza), divenne necessario espanderlo, Pietro I generosamente diede a Franz Yakovlevich una notevole quantità di denaro per attuare questo piano. La sala adiacente alla casa era riccamente decorata: arredata con magnifici mobili, coperta con carta da parati eccellente, conteneva un gran numero di beni di lusso. Sculture, dipinti, tappeti, armi, piatti costosi: tutto qui trasudava un gusto squisito. Lefort aveva un numero enorme di servi. Lo zar stesso, visitando il suo amico, sentì un'atmosfera speciale: si stava prendendo una pausa dal solito modo di vivere a Mosca.

F.Ya. Lefort ha partecipato a molti degli affari svolti da Peter. Franz Yakovlevich era un comandante del reggimento e partecipò a dimostrazioni di battaglie di terra vicino a Mosca, manovre "divertenti" (una delle quali finì quasi per l'infortunio di Franz Yakovlevich), Lefort fu vicino allo zar durante i suoi viaggi ad Arkhangelsk (1693 e 1694), ecc. eccetera.

Lefort fu direttamente coinvolto nelle campagne Azov (1695 e 1696). Il 5 agosto 1695, durante il primo assalto ad Azov, Franz Yakovlevich fu comandante del corpo. Nelle battaglie per Azov, Lefort ha catturato uno degli stendardi turchi con la propria mano. La seconda campagna Azov ha avuto più successo della prima. Grazie alla flotta rapidamente creata, le truppe russe riuscirono a bloccare l'accesso delle navi turche ad Azov - nell'estate del 1696 fu presa.

Franz Yakovlevich - Ammiraglio della Marina russa. Lefort ha ricevuto questo titolo immediatamente dopo la prima campagna di Azov. È vero, molti sono rimasti sorpresi dal motivo per cui Lefort, che vive in un paese di terra come la Russia, ha ricevuto proprio questo titolo. La spiegazione di questo, molto probabilmente, sta nel desiderio di Pietro I di creare la propria flotta russa. E in questa materia, il re faceva affidamento sull'energia e lo zelo del suo amico.

Durante la seconda campagna Azov, Lefort si ammalò gravemente. Lo stato di salute di Franz Yakovlevich peggiorò drasticamente: già ad Azov, a causa della cattiva salute, Lefort dovette spostarsi su una nave appositamente progettata per lui. Lefort è tornato dalla campagna con una slitta ben equipaggiata - questo è stato fatto per evitare l'insorgere del dolore durante le scosse, che si verificano quando si guida su una carrozza con ruote. Franz Yakovlevich si riprese dalla sua malattia solo nel novembre del 1696 - e di nuovo la sua casa aprì le sue porte agli ospiti.

In occasione della cattura di Azov, Lefort ricevette in dono da Pietro I. A Franz Yakovlevich furono concesse tenute nei distretti di Ryazan ed Epifan, una pelliccia di zibellino e una medaglia d'oro. Ha ricevuto il titolo di governatore di Novgorod.

Lefort guidò la Grande Ambasciata. Dopo aver programmato un viaggio in Europa occidentale, nel marzo del 1697, sotto le sembianze di un falegname, Pietro andò alla Grande Ambasciata. Formalmente, era diretto da Franz Yakovlevich Lefort, ma il suo ruolo era principalmente nella traduzione dei discorsi di Peter Alekseevich. Tuttavia, in effetti, l'ambasciata era guidata dal diplomatico F.A. Golovin.

Lefort è tornato in Russia con Peter. Ciò accadde immediatamente dopo che furono ricevute informazioni sulla rivolta degli arcieri a Mosca. Tuttavia, vi sono dubbi sul fatto che Franz Yakovlevich abbia partecipato personalmente alla repressione di questa rivolta e all'esecuzione dei colpevoli. Si presume che al momento dell'esecuzione, Lefort fosse completamente assorbito dalla disposizione della nuova casa. Sebbene, in realtà, non fosse una casa, ma un palazzo, che fu eretto in assenza di Lefort. È vero, in questo splendido palazzo, Franz Yakovlevich si divertì non molto tempo: il 2 marzo 1699, il favorito dello zar morì dopo la febbre (e il riscaldamento domestico fu celebrato solo il 12 febbraio 1699).


Guarda il video: Марш Кант Валерий Халилов (Agosto 2022).