Mali



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il Mali (Repubblica del Mali) è uno stato dell'Africa occidentale. Il francese è la lingua ufficiale

La popolazione del Mali comprende un gran numero di popoli africani, quindi possiamo parlare della diversità della popolazione del Mali. I popoli africani che vivono nel territorio della Repubblica del Mali includono Malinke, Tuareg, Senufo, Soninke, Fulbe, ecc. La maggioranza della popolazione della Repubblica del Mali è musulmana (94%). Il 4% è cristiano e il 2% è pagano. L'unità monetaria nella Repubblica del Mali è il franco africano.

Il Mali è uno stato indipendente. È diventato tale solo nel 1960. Fu allora che la Repubblica del Mali apparve sulla mappa dell'Africa. Lo stesso anno - 1960 - divenne noto come "Anno dell'Africa". Fu allora che diciassette colonie, a seguito di una dura lotta, divennero stati indipendenti. Tra queste diciassette colonie c'era il Sudan francese. Questo stato divenne un paese sovrano - la Repubblica del Mali. Il nome è stato dato in onore del grande impero del Mali. Questo forte impero esisteva nella zona dall'ottavo al XV secolo.

Il Mali è uno stato agrario. L'agricoltura, l'allevamento di cammelli e di bovini e la pesca sono le principali attività della popolazione della repubblica. I seguenti minerali sono estratti in Mali: fosforiti, diamanti, oro, ecc. Lo stato esporta minerali. Fornisce anche arachidi, seccature e bestiame all'estero.

Il turismo è ben sviluppato in Mali. Questo non è sorprendente. Dopo tutto, la cultura africana qui presentata ha una storia antica. Le tradizioni di questo paese sono insolite. Le città antiche e i centri culturali sono belli. Le statistiche mostrano che circa centomila turisti vengono nella Repubblica del Mali ogni anno per riposare.

Il Mali ha un clima tropicale. Questo è ciò che è maggiormente dello stato. Solo nel sud del Mali il clima diventa subequatoriale. La stagione delle piogge in Mali dura da luglio a ottobre. Ecco perché, se un turista ha scelto di visitare questo paese, dovrebbe considerare attentamente il tempo del suo viaggio. Il resto dei mesi - da novembre a giugno - la repubblica è dominata dal clima caldo e secco. Inoltre, la temperatura dell'aria può raggiungere i +45 gradi Celsius. Il vento "harmatan" soffia spesso - secco e forte. Spesso può essere associato a un uragano. Per i turisti, i mesi più favorevoli vanno da novembre a febbraio. La temperatura media giornaliera in questi mesi è di +35 gradi Celsius. Di sera, il clima non è così caldo.

Il visto è un prerequisito per entrare nel paese. Questo vale per tutte le persone che entrano nella repubblica, ad eccezione dei cittadini francesi. Se una persona sta solo attraversando il Mali, deve richiedere un visto di transito. Se una persona va nella Repubblica del Mali per una vacanza, allora deve aprire un visto per visitatori. Di solito dura 30 giorni di calendario. A pagamento, in caso di necessità, il visto per visitatori può essere esteso per un periodo da un mese a un anno.

Città di Niono - "Venezia del Mali". La città ha ricevuto questo nome a causa del grande sistema di condotti e canali. La loro rete attraversa l'intera città di Niono.

Il Mali è un paese povero. La Repubblica del Mali è infatti classificata tra i paesi più poveri del mondo. Questo può essere valutato sulla base dei seguenti dati: meno del 50% dei bambini in età scolare è in grado di frequentare la scuola elementare in questo stato e ancor meno - 10%. Anche il numero di studenti è piccolo: solo seimila persone. La popolazione urbana è solo del 20% e c'è un medico per ogni ventimila persone.

Alcune attrazioni interessanti del continente africano sono concentrate in Mali. Il leggendario Timbuktu si trova nella Repubblica. Nella parte centrale del Mali, un turista può ammirare la vista della straordinaria massa rocciosa di Bandiagara. Un turista sarà sorpreso di sapere quante antiche città del Mali sono ora coperte di deserto. Questo stato è pieno di molte cose interessanti per una persona curiosa.

Il Mali è la città natale del Dogon. Le loro terre si trovano nella zona della città di Duenza. Si ritiene che i Dogon furono i primi abitanti della valle del fiume Niger. Le opere d'arte di Dogon sono apprezzate dai collezionisti di tutto il mondo. Il luogo di nascita del Dogon - l'Altopiano Dogon - è nella lista dell'UNESCO. La ragione per includere Plata nella lista dei siti Patrimonio dell'Umanità è l'unicità delle condizioni di vita - molti degli antichi villaggi Dogon, situati nelle scogliere, sono ancora abitati. Le loro credenze includono antiche idee di visione del mondo.

Shigu è una famosa cerimonia Dogon. Si celebra una volta ogni sessant'anni. Molto probabilmente, questa cerimonia ha una connessione con il calendario agricolo del Dogon. Un fatto interessante è che questo calendario si basa sui cicli orbitali di una delle stelle. Sorprendentemente, stiamo parlando di una stella nana bianca del sistema Sirius, che è stata scoperta solo nella seconda metà del XX secolo. Come è potuto accadere che Dogon la conoscesse da più di un millennio? Dopotutto, non potevano usare i telescopi più potenti con cui la stella fu scoperta nel 1960.

Timbuktu è una città leggendaria. Circa sei secoli fa, questa città era molto potente. Era situato all'intersezione di importanti rotte commerciali. Questa circostanza ha portato alla città di Timbuktu ricchezza incalcolabile. Ora la città è piena di un'impronta peculiare del passato. Qui ci sono tre moschee, che, come previsto, furono costruite nel XIV secolo. Pertanto, le moschee sono classificate tra le più antiche del mondo.

La città di Jenne è un monumento in argilla del Mali. Questa città fiorì all'incirca nello stesso periodo di Timbuktu e ebbe anche una posizione vantaggiosa all'intersezione delle rotte commerciali. Oggi in questa città c'è un famoso edificio fatto di argilla. È classificato tra i più grandi del pianeta. Questo è un monumento architettonico - la grande moschea di Jenne. Forse questa moschea non è solo l'attrazione principale della città, ma anche l'attrazione principale dell'intero stato. Nella forma in cui oggi si vede la moschea, esiste solo dal 1907. La prima moschea apparve in questo luogo nel lontano XIII secolo. Ma nel diciannovesimo secolo fu distrutto. Solo i musulmani hanno il diritto di entrare nella moschea di Jenne.

Il Baule National Park è l'unico posto in Mali che ha conservato la vegetazione. In realtà, questo è vero - non ci sono così tante aree verdi in Mali. Il Baule National Park si trova 130 chilometri a nord-ovest di Bamako. I pochi rappresentanti di leoni, giraffe e ippopotami che possono essere visti in questo parco sembrano anche un po 'innaturali tra le pianure bruciate dal sole. A proposito, c'è un museo etnografico a Bamako, che è uno dei migliori in Africa occidentale. Questo museo etnografico si chiama Museo Nazionale Locale.


Guarda il video: well meet again (Agosto 2022).