Informazione

Olio d'oliva

Olio d'oliva


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'olio d'oliva è un olio vegetale preparato dal frutto dell'oliva. L'olio d'oliva veniva usato nell'antico Egitto, in Grecia e in Fenicia. Ippocrate ha usato le proprietà di questo prodotto per curare le persone.

L'olio d'oliva è ancora ampiamente usato oggi. Nonostante i numerosi benefici per la salute di questo prodotto, ci sono molti critici che lo mettono in discussione.

Si ritiene che la diffusione dell'olio d'oliva abbia più a che fare con motivi economici che con i suoi modi unici. Di conseguenza, lo giudichiamo spesso sulla base di voci e miti, che è tempo di sfatare.

L'olio di oliva giallo è il migliore per friggere. Il colore dell'olio varia a seconda della regione e delle varietà delle olive raccolte. Cambia da giallo chiaro a verde. E per friggere, l'olio d'oliva è generalmente più adatto dell'olio di girasole. Ciò è dovuto al fatto che l'olio d'oliva è più resistente alla formazione di agenti cancerogeni. Ciò è facilitato dalla composizione del prodotto, in particolare dai monoacidi polinsaturi. Pertanto, il colore dell'olio non è importante se è fatto con olive.

L'olio extra vergine di oliva è sempre verde. Questa affermazione è in parte vera. L'olio extra vergine di oliva ha una tonalità molto verdastra, ma si trova anche il giallo. E non dipende da come è stata la filatura, ma dalla varietà di olive e dal loro luogo di crescita. Dopotutto, sono le materie prime che influenzano la qualità e il colore del futuro prodotto.

L'olio d'oliva è prodotto principalmente in Grecia. La Grecia è fortemente associata agli uliveti. In realtà, questo paese è solo il terzo in termini di produzione e consumo totali, significativamente dietro Spagna e Italia. Ma in termini di consumo medio annuo di olio d'oliva, i greci non hanno eguali: sono quasi due volte più grandi degli spagnoli e degli italiani.

L'olio d'oliva può essere conservato a lungo. Nel tempo, gli oli iniziano a svanire, quindi si deteriorano. Dopo un anno di conservazione, il prodotto potrebbe ancora avere un buon sapore, ma sarà molto meno aromatico dell'olio fresco. Si ritiene che le sostanze benefiche siano immagazzinate in un tale prodotto per cinque mesi dall'inizio della produzione. È meglio usare l'olio di un anno per friggere e stufare e non per condire insalate. Quindi non esiste una shelf life fissa. Ad alcuni consumatori piace persino il burro in piedi, considerandolo più morbido. Dopotutto, un prodotto fresco può letteralmente bruciarti la gola. Molto più importante non è il tempo di produzione dell'olio, ma le condizioni del suo stoccaggio. Se non è possibile determinare la durata di conservazione di un tale prodotto, è meglio acquistarlo in lattine che non consentono il passaggio della luce.

L'olio d'oliva è rovinato dal freddo. I soliti requisiti per la conservazione dell'olio d'oliva sono un luogo asciutto, fresco e inodore. Se questo prodotto entra in un ambiente freddo, non si deteriorerà. Un precipitato bianco naturale si formerà nell'olio. È considerato un segno di corruzione. In effetti, l'aspetto dei fiocchi bianchi parla solo della qualità del prodotto e della sua naturalezza. E dopo aver riportato l'olio d'oliva in un ambiente a temperatura normale, il sedimento scomparirà, il colore e l'odore del liquido torneranno. Allo stesso tempo, il prodotto non perderà affatto nelle sue proprietà utili.

La qualità dell'olio d'oliva è dimostrata dalla sua acidità. Questa affermazione è vera solo in parte. Vale la pena ricordare che l'acidità di questo prodotto stesso dipende da molti fattori. Dopo che il produttore ha fatto un giro, ha misurato questo indicatore e lo ha confrontato con la norma. È questo indicatore che verrà indicato sull'etichetta. Ma dopo, l'olio da un grande contenitore - un serbatoio o una vasca, verrà versato in botti. Questo cambierà l'acidità. Ma non compriamo olio d'oliva in botti. Non sorprende che sulla strada del bancone il prodotto venga versato in contenitori di vetro e stagno. Se la bottiglia è leggera e su uno scaffale illuminato, l'acidità dell'olio nel contenitore aumenterà leggermente. Dopo aver acquistato l'olio, questo viene conservato sui nostri scaffali in uno stato aperto. Se la lattina o la bottiglia non sono completamente chiuse, l'esposizione all'aria cambierà nuovamente l'acidità del prodotto. Se l'olio rimanente, che finisce all'esterno del collo e si ossida fortemente lì, cade accidentalmente nel contenitore generale, quindi ci saranno problemi. Quindi tutto l'olio può andare male e diventare rancido.

Più caldo è il luogo in cui crescono le olive, più aromatico è l'olio. Per molti paesi della regione mediterranea, le olive e l'olio da loro prodotto rappresentano un'importante fonte di reddito. E sebbene molti vorrebbero fare affari su questo, non è dato a tutti. L'olivo è un albero molto capriccioso che deve essere curato per diversi anni prima che inizi a dare i suoi frutti. Molti paesi stanno cercando di coltivare olive. E sebbene l'Africa sia la regione più calda, non c'è molto da sentire sul mercato delle olive africane. Sebbene questi frutti ci siano, ovviamente. In realtà, non è nemmeno una questione di temperatura, ma una combinazione di molti fattori climatici. Il Mediterraneo è il migliore per gli ulivi. Gli esperti ritengono che l'olio più profumato sia prodotto in Grecia. È anche acquistato da altri produttori per aggiungere al loro prodotto. E non si tratta di volume, ma di concentrazione di aromi.

L'olio d'oliva non può essere testato. Infatti, l'olio d'oliva e non è difficile verificare se è naturale. Per fare ciò, posizionare un piccolo contenitore di olio a temperatura zero, ad esempio in un frigorifero. Un prodotto naturale in un clima così freddo si addenserà e diventerà grasso. Ma altri oli vegetali si addensano molto meno o generalmente mantengono la loro consistenza. Allo stesso modo, puoi controllare l'olio d'oliva: contiene impurità? Questa domanda è diventata rilevante di recente, poiché molti produttori hanno iniziato ad aggiungere altri oli vegetali all'olio d'oliva: palma o girasole. Per verificare la qualità di un prodotto acquistato, è sufficiente confrontarlo con un riferimento noto. Collocare due campioni di olio uno accanto all'altro e lasciarli addensare. Confrontando il risultato, diventa chiaro quanto sia alta la qualità del prodotto testato

L'olio d'oliva non è buono per tutti. La sicurezza dell'olio d'oliva è dimostrata dal fatto che si raccomanda di aggiungerlo anche alle pappe per neonati. Succede che un corpo impreparato può sviluppare problemi digestivi dall'uso dell'olio d'oliva, ma questo accade solo per la prima volta. In realtà, qualcosa di simile può accadere quando si assaggiano altri prodotti non familiari. Alle nostre latitudini, le olive non crescono e questo olio è stravagante. Non sorprende che dopo averlo testato, possa verificarsi la diarrea. È solo che lo stomaco non aveva ancora gli enzimi necessari per elaborare tale cibo. Ma questa è piuttosto un'eccezione che enfatizza la regola. Molto più spesso devi affrontare un gusto insolito. In luoghi diversi le persone hanno idee diverse sul cibo, all'olio d'oliva potrebbe non piacere. Gli esperti dicono che di solito non ci vogliono più di un paio di settimane per abituarsi a un nuovo prodotto, il suo aroma e il gusto. E nel caso dell'olio d'oliva, tali problemi potrebbero non applicarsi nemmeno all'olio stesso, ma alle olive. Non è un segreto che i frutti greci abbiano un gusto completamente diverso rispetto alla Spagna e all'Italia.

Qualsiasi olio d'oliva sarà più sano dell'olio di girasole. Questa è un'affermazione molto ambigua: non puoi confrontare due prodotti testa a testa, ovviamente, preziosi. Gli oli di oliva, come gli oli vegetali, differiscono l'uno dall'altro. E il punto non è solo a colori, ma anche nella composizione chimica e quindi nelle proprietà. Si ritiene che sia meglio consumare un buon olio di girasole piuttosto che un cattivo olio d'oliva. Ancora una volta, è importante distinguere tra le aree di applicazione. Ad esempio, l'olio di girasole non raffinato non è adatto per friggere, ma l'olio di oliva non raffinato è molto meglio alle alte temperature. Condire l'insalata sarebbe meglio con olio di girasole non raffinato che con olio di oliva raffinato. Con gli oli, in generale, è meglio aderire a un approccio universale e non cercare un certo ideale e una soluzione assoluta. In cucina, è importante capire dove è meglio usare l'olio d'oliva e quando è meglio ricorrere all'olio di semi di girasole. L'olio d'oliva ha una proprietà preziosa con cui nemmeno il miglior olio di girasole può competere: la sua capacità di proteggere la pelle dal sole.

L'olio d'oliva protegge dal sole. E questo non è un mito. Nei paesi caldi, il succo di diversi lime spremuti viene aggiunto all'olio d'oliva e strofinato sulla pelle con questa miscela. Una composizione così unica è buona per diverse proprietà. Prima di tutto, protegge davvero la pelle da ustioni e raggi solari. Inoltre, questa miscela attira l'abbronzatura. Si raccomanda anche che dopo aver strofinato con olio d'oliva e calce, non solo non si nasconda dal sole, ma, al contrario, si esca in spazi aperti. Quindi la pelle assumerà una bella abbronzatura e non brucerà, essendo protetta da una miscela unica. La lubrificazione preventiva con olio d'oliva e lime nutrirà e idraterà anche la pelle.

È meglio non usare l'olio d'oliva per il massaggio. Un po 'più in alto, abbiamo già detto che questo olio è eccellente per l'abbronzatura, è incluso in molte creme cosmetiche. Oggi, molti prodotti naturali per la cura del corpo e della pelle sono stati realizzati sulla base dell'olio d'oliva. L'altra sua caratteristica è anche nota: non solo idrata perfettamente la pelle, ma la riscalda anche durante il massaggio. L'olio d'oliva rende la pelle più morbida, più flessibile, che è necessaria. Il massaggio, d'altra parte, consente al corpo di assimilare meglio tutte le molte sostanze benefiche contenute nell'olio d'oliva. Inoltre, l'olio d'oliva è anche usato come misura preventiva per il dolore muscolare, come rimedio per rughe, nutrienti capelli e maschere gengivali.

L'olio d'oliva è un altro "rimedio popolare" senza efficacia dimostrata. In effetti, ci sono molti fatti documentati sugli effetti dell'olio d'oliva sul corpo umano. L'acido oleico nel prodotto aiuta le donne a prevenire il cancro al seno. La vitamina E contenuta nel liquido aiuta l'assorbimento delle vitamine A, K, che aiuta il corpo a ringiovanire. Quegli acidi grassi che fanno parte degli oli di alta qualità della prima e della seconda spremitura, simili nella composizione a quei grassi che sono presenti nel latte materno. Gli acidi omega-6, che sono nella composizione dell'olio d'oliva, aiutano a formare il sistema scheletrico dei bambini. Anche una piccola assunzione regolare di olio d'oliva (stiamo parlando di un paio di cucchiai al giorno) aiuta a ridurre il colesterolo e ad aumentare gli antiossidanti. Persino gli antichi sapevano che l'olio d'oliva era in grado di normalizzare la pressione sanguigna.

Se consumi regolarmente olio d'oliva, può pulire il fegato e liberarti dei calcoli biliari. Non dovresti idealizzare questo prodotto, considerandolo una panacea per tutti i mali. Sebbene si pensasse che l'olio d'oliva potesse aiutare a risolvere questi problemi, recenti rapporti suggeriscono che non lo è. Di per sé, tale pulizia comporta l'uso di dosi rigorose del prodotto sotto la costante supervisione di un medico. Dopotutto, un leggero cambiamento nel regime di assunzione del farmaco può portare a una esacerbazione della malattia del calcoli biliari. Gli esperti criticano anche l'idea di pulire il fegato con olio d'oliva. Le proprietà coleretiche di questo prodotto sono note da tempo. Quindi tali esperimenti con il tuo corpo possono essere eseguiti solo da persone completamente sane. La pietra presente nella cistifellea durante la "pulizia" può chiudere il dotto biliare, che è irto delle conseguenze più gravi. Quindi è meglio non essere trattato con olio d'oliva in un caso in cui è richiesta una seria supervisione medica.

È meglio usare olio extra vergine. Questo olio extra vergine di oliva, ottenuto nella prima spremitura a freddo con metodi puramente meccanici, è molto famoso e apprezzato dagli chef. Si ritiene che questo olio abbia più antiossidanti e componenti bioattivi di altri. Di recente, tuttavia, i ricercatori portoghesi hanno scoperto che la reputazione di questa varietà si basa sul mito. Il fatto è che durante la frittura e la cottura, la qualità dell'olio scende e la concentrazione di quei composti molto bioattivi diminuisce drasticamente. I ricercatori suggeriscono di usare l'olio d'oliva normale in questi casi, che è sia più economico che alla fine non sarà di qualità inferiore. Non ha senso pagare in eccesso l'Extra vergine se lo chef ha intenzione di friggere altri prodotti o di sottoporli a trattamenti termici.

L'olio d'oliva abbassa il colesterolo. Questo prodotto contiene acido oleico monoinsaturo, che è importante per le membrane cellulari. Tuttavia, anche in eccesso di questa sostanza in olio, sono necessarie settimane. Quindi si scopre che il prodotto è essenzialmente la principale fonte di grassi ad alto contenuto calorico che sono inutili per una persona moderna. Se l'olio d'oliva viene abusato nella dieta, può portare a obesità, problemi al fegato e insorgenza del diabete. Quindi non puoi mangiare più di due cucchiai di questo prodotto nutriente al giorno.

L'olio d'oliva contiene più vitamina E che altrove. Questa vitamina liposolubile si trova assolutamente in tutti gli oli vegetali. La vitamina E è un noto antiossidante forte. Ma ce n'è ancora di più nell'olio di semi di girasole che nell'olio di oliva. E le vitamine A, D, K sono in generale in qualsiasi olio vegetale. Solo il loro numero è piccolo e dipende direttamente dal luogo di origine dell'olio, dalla tecnologia di pressatura, da una miscela con un prodotto di qualità inferiore, dagli additivi. Quindi, alla fine, l'olio d'oliva a buon mercato conterrà meno vitamine del nostro solito olio di semi di girasole.

L'olio d'oliva aiuta con il cancro. Sfortunatamente, questo è solo un mito. Gli scienziati non hanno mai trovato una cura efficace per il cancro. Questi tumori non reagiscono in alcun modo all'olio d'oliva. Ma la composizione unica di questo prodotto, dovuta a caroteni, tocoferoli, estroni e flavonoidi, gli consente di essere un eccellente agente profilattico. Con un consumo regolare e saggio dell'olio d'oliva, le nuove cellule tumorali cesseranno di apparire e lo sviluppo di quelle vecchie sarà parzialmente bloccato.

L'olio d'oliva aiuta con ulcere allo stomaco e duodenali. Ma questo non è affatto un mito. L'olio d'oliva ha davvero proprietà astringenti e avvolgenti che aiutano le ulcere a guarire. Antiossidanti e grassi monoinsaturi prevengono le reazioni ossidative.

La prima spremitura a freddo non esiste in natura, poiché le olive non possono essere spremute una seconda volta. La prima spremitura è in realtà la prima e unica procedura che consente di ottenere olio extra vergine di altissima qualità dalle olive.La seconda spremitura è l'estrazione di olio da olive già lavorate. In esso, ovviamente, non ci sono tante sostanze utili come in Extra vergine.

Non puoi friggere in olio d'oliva. Se questo fosse vero, allora perché puoi friggere in un olio diverso? In effetti, un tipo raffinato di liquido è adatto a tali scopi. L'olio di girasole profumato non raffinato non è semplicemente adatto per friggere. In una padella si accenderà semplicemente, lasciando solo un odore pungente e fumo dannoso. L'unico olio non raffinato con cui puoi friggere è l'olio d'oliva. Vale la pena fare riferimento a un indicatore come la temperatura di combustione dell'olio. Per girasole non raffinato, colza o soia, è di circa 160 gradi. E per l'olio di oliva non raffinato, questa cifra varia da 190 a 210 gradi. La raffinazione rende tutti gli oli adatti alla frittura, aumentando la temperatura di combustione a 230-240 gradi. Ma c'è solo un tipo di olio d'oliva che è meglio non friggere - olio d'oliva non filtrato. Contiene microparticelle di olive e un prodotto simile può bruciare sulla stufa. In Grecia e Creta, i locali non acquistano olio speciale per friggere, ma cucinano sul fuoco usando lo stesso extra vergine, che è molto più conveniente del nostro. Friggere su una croccante crosta dorata non è generalmente l'opzione migliore per la salute, ma l'olio d'oliva è meglio per questa preparazione rispetto ai semi di girasole o grassi animali. Prepara cibi deliziosi il più sani possibile.


Guarda il video: Come fare lolio di oliva in casa tutorial n4 (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Avinoam

    La tua idea è utile

  2. Halburt

    Non vorrei sviluppare questo tema.

  3. Miktilar

    L'opinione molto divertente

  4. Haemon

    Secondo me non hai ragione. Mi sono assicurato. Suggerisco di discuterne.

  5. Videl

    Ho una situazione simile. Discutiamone.

  6. Suthleah

    Congratulazioni, quali sono le parole giuste ... pensiero meraviglioso

  7. Malanos

    Questa qualsiasi urbanizzazione

  8. Reaghan

    Non logicamente



Scrivi un messaggio