Informazione

Nikolay Ivanovich Novikov

Nikolay Ivanovich Novikov



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nikolai Ivanovich Novikov nacque nel 1744 nella famiglia di un ricco proprietario terriero che viveva in una tenuta vicino a Mosca. Nel 1755, Nikolai iniziò a frequentare una lezione di francese, che fu aperta nello stesso anno all'Università di Mosca, sebbene nel 1760 Novikov fu espulso.

Nikolai Ivanovich iniziò il suo servizio nel 1762 nel reggimento Izmailovsky. Partecipò personalmente agli eventi del 28 giugno 1762, quando Caterina la Grande salì al trono.

Nel 1769 Novikov si dimise. Le sue intenzioni includevano la protezione degli strati umiliati della popolazione russa. Nello stesso anno, ha pubblicato la sua prima rivista chiamata "Drone". Oltre a questa rivista, Nikolai Ivanovich ha pubblicato i seguenti periodici: "Pustomelya", "Pittore" e "Borsa".

Nel 1775 Novikov divenne un membro dei massoni. Nikolai Ivanovich è stato coinvolto in una vasta gamma di attività di beneficenza. Insieme a Schwartz, fondò la Friendly Scientific Society, che in seguito fu trasformata in una tipografia.

Nel 1792 l'editore fu arrestato e imprigionato nella fortezza di Shlisselburg. Il nuovo zar Paolo I liberò Novikov proprio all'inizio del suo regno. Nel 1818 N.I. Novikov è morto in povertà.

Novikov spesso mancava le lezioni nella palestra dell'Università di Mosca. Per questo fu espulso nel 1762. Il fatto è che il padre di Nikolai era malato e l'insegnamento in palestra non era molto ben organizzato. A proposito, ha lasciato la palestra insieme alla futura favorita di Catherine the Great - Grigory Potemkin.

Novikov vide per la prima volta Ekaterina Alekseevna durante un colpo di stato a palazzo. Quindi non sapeva ancora che il suo destino sarebbe stato strettamente intrecciato con il destino della futura imperatrice Caterina II. Per la sua partecipazione agli eventi del 28 giugno 1762, Nikolai Ivanovich Novikov fu promosso a sottufficiale.

Novikov era interessato alla letteratura. Il servizio militare gli ha dato l'opportunità di acquisire conoscenze per se stesso da varie scienze. Ma soprattutto Nikolai Ivanovich era interessato alle "scienze verbali": prese parte alle serate letterarie dell'imperatrice, che si tenevano all'Ermitage. Nel 1768 Novikov pubblicò i suoi primi lavori con i risparmi che aveva risparmiato. Queste erano traduzioni di opere di autori e sonetti francesi.

Novikov si ritirò dal servizio militare per proteggere le sezioni umiliate della società. Nel 1766, Nikolai Ivanovich fu incluso nella Commissione per lo sviluppo di un nuovo codice. Novikov è stato nominato impiegato. Pertanto, le abilità e l'educazione di Novikov furono notate negli strati superiori. Fu nel suo nuovo lavoro che Nikolai Ivanovich scoprì da sé tutte le difficoltà della vita dello strato intermedio - piccoli commercianti e artigiani, e, naturalmente, la classe più privilegiata - i contadini russi. Quindi Nikolai Ivanovich si dimise dal servizio militare (1769). Ciò è accaduto immediatamente dopo il completamento dei lavori della Commissione. Da quel momento in poi, l'obiettivo principale della vita di Novikov era la protezione delle proprietà umiliate e la censura dei vizi dei nobili.

Novikov è l'editore della rivista Truten. Nel 1769 Nikolai Ivanovich pubblicò la sua prima rivista. Si chiama "Drone". Era un'edizione satirica. Novikov ha visto l'idea principale di questa rivista nel fatto che è molto meglio essere una persona povera, onestamente guadagnarsi da vivere, piuttosto che essere conosciuto come un nobile parassita, che tutti conoscono solo grazie a costose decorazioni. L'editore ha ridicolizzato i proprietari terrieri crudeli, gli adulatori, i giudici che sono guidati solo dal proprio beneficio. Nikolai Ivanovich è stato in grado di criticare la politica statale, ad esempio, quando si è trattato di commercio estero. Novikov non riusciva a capire perché l'Impero russo stesse scambiando beni essenziali con beni di lusso. Attraverso questa rivista N.I. Novikov condusse una controversia con la stessa Caterina II, che, a sua volta, gli rispose nella rivista "Tutto e tutto" che ha pubblicato. A proposito, in confronto a Nikolai Ivanovich, l'imperatrice pensava che la vita nell'impero russo fosse molto prospera. L'imperatrice e il suo entourage non amavano il contenuto della rivista pubblicata da Novikov - già nel 1770 il "Drone" era chiuso.

Novikov è l'editore della rivista Pustomelya. In termini di contenuto, fu un'edizione ancora più audace, che Novikov iniziò a pubblicare solo 3 mesi dopo la chiusura della sua prima rivista - "Drone", nello stesso 1770. Tuttavia, la storia di questa rivista si è rivelata ancora più breve di quella precedente. La sua casa editrice fu bandita dopo la pubblicazione del secondo numero.

Novikov è l'editore della rivista Zhivopisets. La precedente esperienza ha portato Nikolai Ivanovic all'idea che dovrebbe agire in modo molto più diplomatico e prudente. Novikov ha cercato di incarnare questa regola nella rivista "Painter" - i suoi primi numeri includevano solo una sottile satira sui costumi delle persone. In ogni numero, le lodi dell'Imperatrice e di quelle a lei vicine erano obbligatorie. Solo a partire dal quinto numero, l'autore si è permesso di criticare la crudeltà dei proprietari terrieri e dello stato stesso. Di nuovo toccò quelli proibiti in quel momento. Va notato che oltre allo stesso Novikov, famosi educatori del 18 ° secolo hanno partecipato al lavoro sulle riviste: A.P. Sumarokov, D.I. Fonvizin. Oltre alla satira, il contenuto della rivista includeva traduzioni serie di pensatori europei, discussioni su argomenti sociali. La rivista divenne una pubblicazione piuttosto popolare, "The Painter" era considerato il miglior periodico di quel tempo nell'impero russo. Tuttavia, nel 1773 fu chiuso per motivi simili alla chiusura delle precedenti riviste.

Novikov è l'editore della rivista "Purse". Questa è stata l'ultima rivista pubblicata da N.I. Novikov. Il destino ha misurato solo due mesi di esistenza - sono stati pubblicati solo nove numeri di questa rivista. Il tema principale del "Portafoglio" era la critica all'imitazione di tutti i francesi. L'argomento non è meno spiacevole per gli strati superiori della società russa.

Novikov ha lavorato su materiali d'archivio. Nikolai Ivanovich ha sempre pensato con piacere allo sviluppo del business del libro nell'Impero russo. Nel 1772 pubblicò un'opera che includeva le biografie di circa trecento pensatori russi. Presto ripristina materiali d'archivio dimenticati e inutilizzati e dedica il suo lavoro all'imperatrice Caterina la Grande. I ventotto libri includevano saggi di epoche precedenti su argomenti politici, geografici o storici. Inoltre, la poesia e la prosa degli autori russi non sono state dimenticate. L'imperatrice era contenta di N.I. Novikova e perfino lei stessa ordinarono di fornire a Nikolai Ivanovich manoscritti antichi.

Novikov è membro della loggia massonica. Nikolai Ivanovich era alla ricerca di persone affini nei suoi punti di vista. Nel 1775 Novikov divenne membro della loggia massonica provinciale. Gli fu immediatamente assegnato il titolo più alto. Ma lo stesso Novikov non era affatto attratto da alcun rituale, la componente mistica della massoneria - qui trovò supporto per le sue attività educative. Già nel 1778, i membri di questa società massonica suggerirono a Nikolai Ivanovich di affittare una tipografia all'Università di Mosca. Il termine è stato negoziato per dieci anni. Naturalmente, Novikov era d'accordo.

Novikov possedeva capacità organizzative. Immediatamente dopo aver firmato un contratto con i muratori, Nikolai Ivanovich si trasferì a Mosca, dove iniziò a lavorare in una tipografia. Le sue capacità organizzative hanno reso questa tipografia una delle migliori in tutta Europa. Nel 1788, circa la metà dell'intera produzione di libri dell'Impero russo fu stampata al suo interno. Novikov ha aperto ai lettori molte opere classiche di autori sia russi che europei. Anche Novikov fece una pubblicazione piuttosto interessante del giornale "Moskovskie vedomosti", che esisteva prima; sotto Nikolai Ivanovich, la sua circolazione aumentò notevolmente.

Novikov ha fondato la Friendly Scientific Society. È vero, lo ha fatto insieme al suo compagno I.G. Schwartz (1779). Lo scopo del lavoro di questa società era di pubblicare una varietà di libri utili per la società, che dovevano essere stampati in quattro tipografie. Già nel 1783, con l'aiuto dei loro sforzi, apparvero 79 libri. Furono messi in vendita nelle librerie e nell'Università di Mosca. Nello stesso anno Novikov creò la prima biblioteca pubblica di Mosca, il cui uso era assolutamente gratuito. L'atto di beneficenza di questa società è stata l'apertura di corsi pedagogici e di traduzione. Erano destinati a cinquanta studenti dotati ma poveri dell'Università di Mosca. In questi corsi, sono stati preparati per il lavoro educativo - la formazione era al livello adeguato. Nel 1784, detta società fu ribattezzata tipografia. Ha pubblicato un numero enorme di libri. Tra loro c'erano libri filosofici, le opere degli economisti in Inghilterra, così come le opere degli autori russi dell'XI-XVIII secolo. Le attività della tipografia non finirono qui. Con i suoi soldi, furono comprate diverse case per ospitare le tipografie e fornire ai propri dipendenti il ​​proprio alloggio, e fu aperta una farmacia, dove i poveri potevano ricevere medicine completamente gratuitamente.

Novikov è stato coinvolto in opere di beneficenza. Raggiunse una dimensione particolarmente ampia nell'anno della carestia del 1787. Novikov e i suoi associati hanno organizzato la seguente azione: hanno creato negozi speciali in cui tutti i bisognosi potevano ottenere grano e pane gratuitamente. Dopo la fine dell'anno della fame, questi negozi hanno continuato a funzionare. La gente era grata a Novikov, ma le autorità no: l'imperatrice era infastidita dai massoni, sebbene il motivo principale fosse ancora la crescente popolarità di Nikolai Ivanovich. Nel 1785 l'imperatrice eseguì un grandioso controllo di N.I. Novikov. La tipografia subì enormi danni: una parte significativa dei libri pubblicati fu distrutta.

Dopo l'incidente del 1785, Novikov continuò la sua attività editoriale. Nel 1786 l'imperatrice permise nuovamente a Nikolai Ivanovich di commerciare libri. È noto che per il periodo 1779-1792 Novikov pubblicò 944 libri su vari argomenti. Tuttavia, nel 1791, il contratto con l'Università di Mosca non fu rinnovato. La tipografia cessò l'attività.

Nel 1792 Novikov fu arrestato. Ciò è accaduto dopo che Nikolai Ivanovic ha perso la moglie, di cui era molto preoccupato, e il crollo degli affari della sua vita, che ha segnato la chiusura della tipografia. L'interrogatorio è stato condotto personalmente dal capo della Spedizione segreta, nota ai suoi contemporanei per aver preso parte alla tortura degli arrestati. Hanno accusato Novikov di appartenere a una società massonica e di pubblicare libri contrari alla legge. Dopo più di quattro anni di prigione nella fortezza di Shlisselburg, Nikolai Ivanovich Novikov è stato liberato da Paolo I. Trascorse il resto della sua vita in povertà, il che fu facilitato dalla perdita di salute, dalla caduta di malattie di suo figlio e sua figlia, nonché da numerosi debiti. Morì nel 1818. La tenuta di Novikov è stata messa all'asta.


Guarda il video: Верила, верила, верю Послушайте как исполняют песню под гармонь эти очаровашкиRussian folk song (Agosto 2022).