Informazione

Robin Hood

Robin Hood



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Robin Hood è un famoso eroe inglese di racconti popolari e ballate. Robin Hood era considerato un arciere senza rivali e le autorità non potevano prenderlo.

Ballate su questo eroe furono composte nel XIV secolo. Sulla base di questi, molti libri su Robin Hood sono già stati scritti, molti film sono stati girati. L'eroe appare ora come un nobile vendicatore, ora come un allegro festaiolo, ora come un eroe-amante.

In realtà, non ci sono molti fatti reali su questo personaggio. È tutto tessuto da miti. Ma alcuni di loro sono ancora non plausibili. Anche il leggendario eroe ha la sua verità storica. Annulleremo le principali idee sbagliate su Robin Hood.

Robin Hood era una persona reale. Bisogna ammettere che questo personaggio è immaginario. La carriera di un eroe archetipo si sviluppò dai molti desideri e delusioni popolari della gente comune di quell'epoca. Robin (o Robert) Hood (o Hod o Hude) era un soprannome per piccoli criminali fino alla metà del 13 ° secolo. Non sembra una coincidenza che il nome Robin sia in consonanza con la parola "rapina" (rapina). Sono già gli scrittori moderni che hanno formato l'immagine di un nobile ladro, come reale. C'erano persone come Robin Hood. Calpestavano leggi statali impopolari riguardanti le foreste. Quelle regole mantenevano vaste aree semi-selvagge, specialmente per la caccia del re e della sua corte. Tali fuggitivi hanno sempre deliziato i contadini oppressi. Ma non c'era una persona così specifica che ispirasse i suoi contemporanei a creare poesie su se stessi. Nessuno è nato con il nome di Robin Hood o ha vissuto con lui.

Robin Hood visse durante il regno di Riccardo Cuor di Leone. Robin Hood è spesso chiamato nemico dell'ambizioso principe Giovanni, che sta cercando di impadronirsi del potere durante l'assenza del re Riccardo Cuor di Leone, che fu catturato durante la crociata (governata dall'1189 al 1199). Ma per la prima volta, i nomi di questi tre personaggi nello stesso contesto iniziarono ad essere menzionati dagli scrittori dell'era Tudor nel XVI secolo. C'è una menzione (anche se non del tutto convincente) di Robin Hood come uno dei partecipanti al processo durante il regno di Edoardo II (1307-1327). Molto più plausibile è la ballata secondo cui Robin Hood era un sostenitore di Simon de Montfort, che fu ucciso a Evesham nel 1265. È sicuro dire che Robin Landless era diventato un personaggio popolare nella mitologia popolare quando William Langland scrisse la sua "Visione di Pietro il Pahar" nel 1377. Questo documento storico menziona direttamente il nome di Robin Hood. Non è chiaro come questo personaggio fosse associato a Ranulf de Blondville, Conte di Chester, il cui nome segue immediatamente il nome del ladro. È probabile che siano entrati nella frase da diverse fonti.

Robin Hood era un nobile che rapinava i ricchi e dava soldi ai poveri. Questo mito è stato inventato dallo storico scozzese John Major. Nel 1521 scrisse che Robin non causava alcun danno alle donne, non deteneva i beni dei poveri, condivideva generosamente con loro ciò che prendeva dai ricchi. Ma le ballate coprivano le attività del personaggio in modo più scettico. La storia più lunga e probabilmente la più antica di Robin Hood è la Glorious Little Adventure di Robin Hood. Presumibilmente fu registrato negli anni 1492-1510, ma è probabile che molto prima, nel 1400. C'è un commento in questo testo che Robin ha fatto molte cose buone per i poveri. Ma allo stesso tempo, aiuta un cavaliere in difficoltà finanziarie con i soldi. In questo lavoro, come in altre prime ballate, non si fa menzione del denaro che fu dato ai contadini, della ridistribuzione dei beni tra gli strati sociali. Al contrario, nelle storie c'è una storia su come un ladro ha mutilato un nemico già sconfitto e persino ucciso un bambino. Questo ti fa guardare in modo diverso alla personalità del personaggio leggendario.

Robin Hood era un nobile impoverito, conte di Huntington. Ancora una volta, non esiste una base reale per l'emergere di un simile mito. Robin Hood, già nelle prime storie, è sempre un personaggio comune, in comunicazione con le persone della sua classe. Da dove viene questa leggenda? John Leland scrisse nel 1530 che Robin Hood era un nobile ladro. Molto probabilmente, si trattava delle sue azioni, ma l'immagine era ora integrata da un'origine corrispondente. E nel 1569, lo storico Richard Grafton affermò che in una vecchia incisione trovò prove della dignità del conte di Robin Hood. Questo ha spiegato la sua cavalleria e mascolinità. Questa idea fu successivamente resa popolare da Anthony Munday nelle sue opere del 1598 The Fall of Robert, Earl of Huntington e The Death of Robert, Earl of Huntington. In questo lavoro, il conte Robert, impoverito a causa delle macchinazioni di suo zio, iniziò nelle vesti di un ladro per lottare per la verità, salvando la sua sposa Marian dalle molestie del principe Giovanni. E nel 1632, apparve La vera storia di Robin Hood di Martin Parker. Indica chiaramente che il famoso criminale, il conte Robert Huntington, nella gente comune chiamata Robin Hood, morì nel 1198. Ma il vero Conte di Huntington in questo periodo fu David of Scots, che morì nel 1219. Dopo la morte di suo figlio Giovanni nel 1237, questo nobile ramo fu interrotto. Solo un secolo dopo, il titolo fu concesso a William de Clinton.

Robin ha sposato Maid Marian. La Vergine Mariana è diventata una parte importante della leggenda di Robin Hood. Tuttavia, poche persone sanno che inizialmente era l'eroina di una serie separata di ballate. Robin e gli altri ladri delle prime tradizioni non avevano mogli o famiglie. L'immagine di una donna appare solo nella devozione di Robin Hood alla Vergine Maria. Probabilmente, i narratori considerarono tale adorazione irrilevante negli anni successivi alla Riforma protestante nel XVI secolo. È probabile che Marian sia apparso nelle leggende di Robin Hood in questo periodo per fornire un focus femminile alternativo. E poiché ci sono personaggi positivi, un uomo e una donna, allora devono sicuramente sposarsi.

La fanciulla Marian era di sangue nobile. La personalità di questa ragazza solleva molte domande. Alcuni storici sono propensi a pensare che fosse una bellezza, patrocinata dal principe Giovanni. E ha incontrato Robin Hood solo dopo essere caduto nel suo agguato nella foresta. Tuttavia, c'è un'altra opinione. Alcuni studiosi ritengono che per la prima volta Marian non appaia nemmeno nell'epopea inglese, ma in francese. Quello era il nome della pastorella, l'amica del pastore Robin. Solo duecento anni dopo, la ragazza si trasferì nella leggenda di un coraggioso rapinatore. Sì, e inizialmente Marian non era molto morale, una tale reputazione apparve molto più tardi, sotto l'influenza della moralità casta dell'era vittoriana.

Robin Hood fu sepolto nello Yorkshire, nel monastero di Kirklees. La sua tomba è sopravvissuta lì fino ad oggi. Secondo le leggende, Robin Hood andò al monastero di Kirklis per essere curato. L'eroe si rese conto che la sua mano si era indebolita e le frecce iniziarono a volare sempre più frequentemente. Le suore erano famose per le loro abilità nel salasso. A quei tempi, era considerata la migliore medicina. Ma la badessa, accidentalmente o deliberatamente, ha rilasciato troppo sangue a Robin Hood. Morendo, rilasciò l'ultima freccia, lasciato in eredità per seppellirsi nel luogo della sua caduta. Ma lo scrittore dell'era Tudor Richard Grafton aveva una versione diversa. Credeva che la badessa seppellisse Robin Hood sul lato della strada. Il libro indica che l'eroe riposa dove ha derubato i passanti. La badessa del monastero ha installato una grande pietra sulla sua tomba. Portava i nomi di Robin Hood e di molte altre persone. È possibile che un certo William Goldborough e Thomas fossero complici del ladro. E questo è stato fatto in modo che i viaggiatori, vedendo la tomba del famoso rapinatore, potessero continuare tranquillamente senza timore di rapina. Nel 1665, lo storico locale Nathaniel Johnson disegnò questa tomba. Appare sotto forma di una lastra ornata da una croce di Lorena a sei punte. Si trova spesso su lapidi inglesi dal 13 ° al 14 ° secolo. Anche allora, le iscrizioni erano appena leggibili. Robin Hood poteva davvero essere seppellito con altre persone, ma se il monumento fu eretto immediatamente dopo la sua morte, è strano che nessuno ne abbia parlato fino al 1540. Il monastero stesso passò in possesso della famiglia Armitage nel XVI secolo, dopo la riforma della chiesa. Nel 18 ° secolo, Sir Samuel Armitage decise di scavare la terra a una profondità di un metro sotto la pietra. Il timore principale era che i ladri avessero già visitato la tomba. Tuttavia, si è scoperto che non c'era nulla di cui aver paura - non c'erano ladri sotto la pietra. Sembra che la pietra sia stata spostata qui da un altro posto, dove è sepolto il leggendario Robin Hood. La lapide viene ora regolarmente attaccata dai cacciatori di souvenir che cercano di tagliarne un pezzo. E molte persone credono che pezzi di pietra aiutino a sbarazzarsi di un mal di denti. Successivamente Armitage racchiuse la pietra in un recinto di mattoni circondato da una ringhiera di ferro. I loro resti sono visibili oggi.

Alcuni amici di Robin Hood possono essere paragonati a celebrità di quell'epoca. Little John, Will Scarlett e Mach, il figlio del mugnaio, accompagnano Robin Hood nelle prime ballate. Più tardi, altri eroi apparvero nella compagnia: il monaco Tuk, Alan dalla valle, ecc. Il più famoso di questi è Little John. Ci sono quasi tanti riferimenti su di lui nei documenti come sullo stesso Robin Hood. Si dice che il piccolo John sia inafferrabile, proprio come il suo amico. È noto che la tomba di questo ladro si trova nel Derbyshire nel cimitero di Hathersej, che è interessante. Le pietre e le ringhiere sono moderne, ma parte del primo memoriale porta ancora le iniziali alterate "L" e "I" (che sembrano "J"). James Shuttleworth, che possedeva la tenuta, scavò qui nel 1784. Ha trovato un femore molto grande con una lunghezza di 73 centimetri. Si è scoperto che qualcuno alto 2,4 metri è stato sepolto nella tomba! Presto iniziarono ad accadere strane disgrazie ai proprietari della tenuta. Quindi il guardiano ha rianimato l'osso in un luogo sconosciuto. Due insediamenti, Little Haggas Croft a Locksley, nello Yorkshire e Huttersage Village nella Contea di Peak, nel Derbyshire, sostengono di essere il luogo di nascita di Robin Hood e dove Little John trascorse i suoi ultimi anni. Un approccio alternativo alla storia di Robin Hood si basa sul tentativo di stabilire nel contesto storico i suoi avversari. Tuttavia, le ballate nominano direttamente solo lo sceriffo di Nottingham, l'abate di St Mary e York. Altri personaggi sono menzionati solo per titolo. I nomi specifici non sono nominati, che potrebbero essere associati a date specifiche nella storia. Questa mancanza di informazioni accurate è deludente, ma dobbiamo sempre ricordare che abbiamo a che fare con un'epopea popolare e non con documenti concreti.

Robin Hood era un eccellente arciere. La capacità di sparare con precisione da un arco era il segno distintivo di Robin Hood. In alcune produzioni, ha persino vinto la competizione, colpendo nemmeno una mela, ma una punta di freccia. In effetti, al momento della comparsa delle leggende su Robin Hood, i classici archi lunghi inglesi stavano appena iniziando ad apparire, erano molto rari. Documenti storici indicano che i ladri hanno padroneggiato quest'arma a metà del 13 ° secolo. Quindi hanno iniziato a tenere gare. Se credi che Robin Hood sia vissuto alla fine del XII secolo, allora non potrebbe avere un arco.

Il monaco Tuck era complice di Robin Hood. Questo monaco è considerato uno degli eroi della Sherwood Fox. Prove scritte suggeriscono che il fratello Tuck era davvero un ladro. Ma ha recitato solo 200 miglia dalla foresta di Sherwood, inoltre, 100 anni dopo la presunta vita di Robin Hood. E questo prete non era affatto innocuo e allegro - ha devastato senza pietà e bruciato i focolari dei suoi nemici. Nelle leggende successive, i nomi dei famosi ladri iniziarono ad essere menzionati insieme, divennero complici.

Robin Hood operava nella foresta di Sherwood nel Nottinghamshire. Questa affermazione di solito non è discutibile. Tuttavia, la menzione di Sherwood non apparve immediatamente nelle ballate, la prima - a metà del XV secolo. Sembra che non ci sia nulla di sbagliato in questo, poco prima che il fatto fosse semplicemente sfuggito al narratore. Solo nella raccolta di ballate su Robin Hood, pubblicata nel 1489, le sue attività sono associate a una contea completamente diversa, nello Yorkshire. Non si trova nel centro dell'Inghilterra, ma nel nord. Vale la pena ricordare che la Yorkshire Great North Road, sulla quale, secondo questa versione, e Robin Hood operava, aveva davvero una cattiva reputazione a causa delle numerose rapine di viaggiatori.

Robin Hood è il vero nome del ladro. È giusto dire: Robin Hood.Nell'ortografia inglese, il cognome è scritto come Hood, non buono. La traduzione letterale corretta del nome dell'eroe è Robin Hood, non Robin il Buono. Ci sono dubbi sul nome del ladro. La frase "Rob in Hood" significa letteralmente "ladro nel cofano". Non è chiaro se il nome Robin sia apparso da questa frase o se la parola stessa derivi dal nome del ladro.

I soci di Robin Hood indossavano abiti verdi. Le vesti verdi dei ladri sono spesso citate nelle leggende. Una delle prime leggende racconta come il re vestì in modo speciale il suo popolo di colori verdi, ordinando loro di passeggiare per Nottingham e impersonare i fratelli della foresta. Tuttavia, i cittadini non solo non accolsero i "ladri", ma con rabbia li allontanarono. Questo, per inciso, parla di come la gente "amasse" Robin Hood. Se ha davvero combattuto per la giustizia ed era popolare, allora perché la gente in verde è fuggita in fretta dai cittadini? È così che la leggenda delle vesti verdi dei ladri ha trovato la sua vita.

Lo sceriffo di Nottingham era un famigerato cattivo. Da leggende, romanzi e film, è noto che il principale nemico di Robin Hood è lo sceriffo di Nottingham. Questo servitore della legge era a capo di guardie forestali, guardie, era amico della chiesa e della nobiltà. Lo sceriffo senza scrupoli aveva una dolcezza illimitata in questi luoghi. Ma non poteva fare nulla con Robin Hood: dalla sua parte c'era ingegno, precisione e gente comune. Dovrebbe essere chiaro che nell'Inghilterra medievale lo sceriffo era un ufficiale che combatteva i criminali. Questa posizione apparve nei secoli X-XI. Sotto i Normanni, il paese era diviso in distretti, ognuno dei quali aveva il suo sceriffo. È interessante notare che non coincidevano sempre con le contee. Quindi lo sceriffo di Nottingham si occupò anche della vicina contea del Derbyshire. Nelle leggende su Robin Hood, il suo principale nemico è lo sceriffo, mai chiamato per nome. Tra i prototipi ci sono i nomi di William de Brewer, Roger de Lacy e William de Vendenal. Lo sceriffo di Nottingham esisteva, ma non è chiaro chi fosse durante gli anni di Robin Hood. Nelle prime leggende, lo sceriffo era semplicemente un nemico dei "ragazzi della foresta" per la natura del suo servizio, combattendo tutti i ladri. Ma in seguito questo personaggio è stato ricoperto di dettagli, diventando un vero eroe negativo. Opprime i poveri, si appropria di terre straniere, introduce nuove tasse e in genere abusa della sua posizione. E in alcune storie, lo sceriffo molesta persino Lady Marian e, con l'aiuto dell'intrigo, cerca di diventare re d'Inghilterra. È vero, le ballate prendono in giro lo sceriffo. Viene interpretato come uno sciocco codardo che sta cercando di fare il lavoro di catturare Robin Hood con le mani di qualcun altro.

Sir Guy Gisborne era un vero personaggio nobile e nemico di Robin Hood. Il comportamento di Sir Guy Gisborne è molto diverso da quello dello sceriffo. Il cavaliere nelle leggende appare come un guerriero coraggioso e coraggioso che è bravo a spada e arco. Una delle leggende racconta come Guy Gisborne si offrì volontario per una ricompensa per porre fine a Robin Hood, ma alla fine cadde lui stesso nelle mani di un nobile ladro. Non tutte le storie descrivono questo cavaliere come un personaggio nobile. In alcuni luoghi viene chiamato un crudele assassino assetato di sangue che infrange facilmente la legge per raggiungere i suoi obiettivi. In alcune ballate, Guy Gisborne sollecita la fanciulla Marian, e in alcuni punti fa persino il suo fidanzato. Anche l'aspetto dell'eroe è insolito: non indossa un normale mantello, ma la pelle di un cavallo. Ma un personaggio così storico non esisteva affatto. Si ritiene che Sir Guy Gisborne fosse un tempo l'eroe di una leggenda separata, che in seguito si unì alla storia di Robin Hood.

Robin Hood era un amante degli eroi. Tra gli amici del coraggioso rapinatore, viene chiamato solo un nome femminile: la vergine mariana. E Stephen Knight, professore di letteratura inglese all'università di Cardiff, ha presentato un'idea originale. Crede che Robin Hood e i suoi amici fossero un gruppo gay! A conferma di questa audace idea, lo scienziato cita parti molto inequivocabili delle ballate. Sì, e nelle storie originali sulla fidanzata di Robin Hood non veniva detto nulla, ma i nomi di amici intimi - Little John o Will Scarlett - venivano spesso citati in modo innaturale. E questo punto di vista è condiviso dal professore di Cambridge Barry Dobson. Interpreta il rapporto tra Robin Hood e Little John come molto controverso. Gli attivisti per i diritti LGBT hanno immediatamente adottato questa teoria. Ci sono anche voci per la storia del sesso gay di Robin Hood da raccontare ai bambini a scuola. In ogni caso, con la reputazione di un eroe-amante con un ladro, tutto è tutt'altro che chiaro.


Guarda il video: Anson Seabra - Robin Hood Lyric Video (Agosto 2022).