Informazione

Scuola

Scuola



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La scuola (scuola latina - luogo di apprendimento) è un'istituzione educativa per l'insegnamento, l'educazione e l'educazione di bambini, giovani e adulti.
Molti ricordi sono associati a ciascuno di noi con la parola "scuola". E, sfortunatamente, non tutti questi ricordi sono gioiosi e luminosi come vorremmo. Forse è per questo che i genitori che si sentono sicuri a casa, al lavoro, quando comunicano con gli amici, all'interno delle mura delle istituzioni educative si tirano automaticamente la testa sulle spalle, diventano silenziosi, timidi, costretti? Per ragioni che non sono del tutto chiare, sono convinti che l'insegnante abbia ragione al cento per cento e, tornato a casa dopo la riunione dei genitori, "agisce" nei confronti del bambino che stava aspettando il suo ritorno con orrore. A volte c'è un approccio diametralmente opposto: i genitori, portando il loro bambino a scuola, si allontanano completamente dal ruolo di educatore, credendo che gli insegnanti professionisti lo faranno per loro, sostituiranno l'amore della madre, l'autorità del padre e gli spaziosi corridoi scolastici sono abbastanza adatti per il ruolo di "seconda casa" per i loro figli.
Intorno all'istruzione generale e alle scuole private, molti miti e idee sbagliate (a volte diligentemente imposte dai media e dalla famigerata opinione pubblica) sono stati creati su ciò che dovrebbe essere un'istituzione educativa di un tipo o un altro, sul ruolo dell'insegnante nella vita di un bambino, sul ruolo della famiglia nella sua istruzione e nelle scuole in formazione scolastica. Quindi cos'è una scuola - una casa o semplicemente un luogo per l'apprendimento? Quali qualità dovrebbe avere un insegnante, può sbagliarsi? Dove è meglio educare i bambini - nell'istruzione generale o nelle scuole private? Cercheremo di rispondere a tutte queste domande nel processo di smascheramento dei miti più famosi sulla scuola.

Se a un bambino non piace a scuola, lo dirà sicuramente. Questo non è del tutto vero, soprattutto se non stiamo parlando di un impatto fisico negativo, ma di un disagio di diverso tipo (paure, insicurezza, complessi) a cui sono esposti molti bambini, in particolare i bambini "domestici" che non sono adattati a lavorare in una squadra come i bambini che hanno partecipato Asilo. A volte il bambino non si lamenta del suo dolore e dell'ansia (perché semplicemente non trova le parole giuste), ma questo è chiaramente segnalato dai cambiamenti nel suo comportamento. Ad esempio, tuo figlio ritorna da scuola pigro, non condivide le sue impressioni o un bambino precedentemente sano si lamenta regolarmente di malessere (mal di stomaco, mal di testa) al mattino prima di andare a scuola. Potrebbero esserci sovraeccitazione, disinibizione motoria, irritabilità, ecc., Che sono solo sintomi di tensione che grava sul primo alunno.

Le sollecitazioni stanno aspettando il bambino solo a scuola. Sfortunatamente, non è così. Non menzioneremo quanto sia difficile la vita dei bambini che crescono in famiglie di tossicodipendenti, alcolisti, ecc. Soffermiamoci sul problema dello "stress mattutino", che la maggior parte dei genitori, di fretta, semplicemente non nota. Va tenuto presente che è inaccettabile svegliare il bambino bruscamente - è meglio iniziare questo processo in anticipo e allungare per dieci minuti. Vale anche la pena astenersi da toni elevati - e quindi il processo di transizione dal sonno alla veglia sarà indolore.

Il bambino deve fare colazione. Certo, se il bambino stesso lo vuole. Il cibo forzatamente "nutrito" per il bambino porterà pochi benefici al corpo e, ancor peggio, all'umore. Va ricordato che la tranquillità (soprattutto al mattino) è molto più importante per il tuo bambino rispetto alle calorie.

La scuola può letteralmente diventare una seconda casa per i bambini. Questo non è del tutto vero: la scuola ha leggi leggermente diverse. Pertanto, sarebbe più corretto affermare che la scuola per un bambino è un dovere, un lavoro, e non sempre interessante ed eccitante, e talvolta spiacevole. Ma non puoi farne a meno, quindi devi solo essere paziente e fare il tuo dovere.

Un insegnante per un bambino è una seconda madre. Idea sbagliata. Naturalmente, il ruolo di un insegnante richiede misericordia, gentilezza e compassione, intelligenza, tatto, ma la fusione di anime e l'amore disinteressato della madre da parte dell'insegnante non dovrebbe essere prevista.

Come i genitori, l'insegnante desidera che il bambino sia solo buono e vuole renderlo felice. Questo non è del tutto vero. Va ricordato che la missione dell'insegnante è, prima di tutto, proteggere gli studenti dai vizi, fornire ai bambini conoscenze, abilità e abilità che saranno utili a loro in futuro. Quindi il desiderio di rendere felice il bambino, così come la capacità di desiderare solo il bene per il figlio amato è una prerogativa dei genitori.

L'insegnante non ha mai torto. No, come tutte le persone, l'insegnante non è affatto libero da pregiudizi e illusioni. E alcune caratteristiche del carattere dell'insegnante (non sempre positive) e dei problemi personali possono distorcere in qualche modo la percezione corretta dell'una o dell'altra delle azioni di tuo figlio.

Solo i figli di genitori facoltosi possono studiare nelle scuole private. Dopotutto, le tasse scolastiche nelle scuole private fluttuano in un intervallo abbastanza ampio (da sessanta a cinquecento dollari e oltre), quindi anche le persone con un livello di reddito medio possono trovare un istituto di istruzione "conveniente" per il loro bambino.

I bambini "problematici" studiano nelle scuole private. In effetti, sono proprio i bambini che non mettono radici nella scuola statale a finire nelle scuole private. Ma non tutti sono pigri o veri e propri violatori della disciplina. Alcuni studenti con problemi di salute possono esercitarsi solo in una modalità speciale e delicata. Altri trovano difficile andare d'accordo con le persone, provare disagio in una grande squadra e sentirsi bene in una piccola classe di una scuola privata. Altri ancora seriamente interessati allo sport, alla musica, ecc. (o coloro che hanno difficoltà a padroneggiare una determinata materia scolastica) hanno bisogno di lezioni su un programma speciale. E ci sono bambini che vogliono (e hanno la capacità) di completare il corso di scuola più velocemente dei loro coetanei.

In una scuola privata insegnano come in una scuola pubblica - niente di meglio. Se hai scelto il giusto tipo di scuola privata, ad es. aver preso in considerazione i tratti della personalità e le esigenze di tuo figlio (uno psicologo scolastico a tempo pieno può aiutarti in questo), puoi essere sicuro che il livello di conoscenza del tuo bambino sarà molto più alto del livello di conoscenza dello studente medio di una scuola pubblica. In una scuola privata, dove ci sono da due a cinque persone in una classe, è molto più facile per un insegnante trovare un approccio individuale per ogni studente, per aiutare un bambino a colmare le "lacune" nella conoscenza. E la base materiale di tali istituti educativi, di regola, è migliore che nelle scuole ordinarie.


Guarda il video: Come cambia la scuola a settembre (Agosto 2022).