Informazione

Insufficienza cardiaca

Insufficienza cardiaca



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'insufficienza cardiaca è una malattia complessa, la cui causa è di solito associata a una diminuzione della contrattilità miocardica.

L'insufficienza cardiaca può essere acuta o cronica. Di norma, l'insufficienza cardiaca si sviluppa in forma cronica. In questo caso, l'insufficienza cardiaca si sviluppa gradualmente ed è associata a un costante esaurimento delle capacità compensative del corpo. Il cuore con insufficienza cardiaca cambia di dimensioni verso l'alto, il muscolo cardiaco diventa più denso.

Tra i sintomi dell'insufficienza cardiaca, il posto principale appartiene alla mancanza di respiro, è questo sintomo che è più pronunciato nelle diverse classi della malattia. Oltre alla mancanza di respiro con insufficienza cardiaca, si verificano i seguenti sintomi: cianosi dei tegumenti del corpo, diminuzione dell'attività fisica e altri.

Nel trattamento dell'insufficienza cardiaca, come nel trattamento di molte altre malattie, il paziente stesso svolge un ruolo importante, che deve seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico. Il trattamento dell'insufficienza cardiaca è complesso, un passo importante è il trattamento della malattia di base che ha causato lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca.

Tra i farmaci usati nel trattamento ci sono diuretici, glicosidi cardiaci, inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina e altre classi di farmaci. L'obiettivo del trattamento è migliorare la qualità della vita del paziente e aumentarne la durata.

L'insufficienza cardiaca è una grave condizione medica. Per quanto riguarda la malattia, l'insufficienza cardiaca non è in realtà tale. Tuttavia, questa è esattamente l'opinione diffusa tra le persone. Che cos'è l'insufficienza cardiaca? L'insufficienza cardiaca è una combinazione di segni patologici che si sviluppano a causa del fatto che il cuore non è in grado di far fronte alla quantità di carico che gli viene imposta. Questi segni includono, ad esempio, mancanza di respiro, gonfiore delle gambe e altri.

In genere, l'insufficienza cardiaca è cronica. Inoltre, questa forma di insufficienza cardiaca è la complicanza più comune delle malattie del sistema cardiovascolare. Dovrebbe essere chiaro che qualsiasi malattia cardiaca contribuisce a una diminuzione della sua capacità di fornire al corpo una normale quantità di sangue, quindi le malattie cardiovascolari portano a una diminuzione della funzione di pompaggio del cuore.

L'insufficienza cardiaca si sviluppa gradualmente. In effetti, questo è un processo piuttosto lento, poiché il meccanismo per lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca include più di uno stadio. Semplificando il meccanismo di sviluppo dell'insufficienza cardiaca, si possono distinguere le seguenti fasi. Come conseguenza delle malattie cardiache esistenti, aumenta il carico sul ventricolo sinistro dell'organo, in relazione a ciò si verifica l'ipertrofia miocardica (ovvero un aumento del volume del muscolo cardiaco). In tali condizioni, per un certo periodo di tempo, il cuore riesce a mantenere la circolazione sanguigna a un livello normale. Tuttavia, dopo un po 'nel miocardio ispessito e allargato, vi è una violazione della consegna di ossigeno e della nutrizione. La ragione di ciò è che il sistema vascolare del cuore non può adattarsi a un volume di organi così significativamente modificato. La disfunzione del miocardio è causata da una serie di cambiamenti che si verificano nel cuore, anche a causa della sclerosi del tessuto muscolare. La disfunzione del miocardio si manifesta principalmente nella violazione delle contrazioni e nel rilassamento del cuore. Quest'ultimo, a sua volta, contribuisce al fatto che il rilascio di sangue nei vasi diventa insufficiente e anche la nutrizione dell'organo si deteriora in modo significativo. L'insufficienza cardiaca porta a cambiamenti in altri organi (come polmoni e reni). Pertanto, il corpo umano cerca di aiutare il cuore.

Le capacità compensative del corpo diminuiscono costantemente man mano che si sviluppa l'insufficienza cardiaca. Ciò porta ad un aumento della frequenza cardiaca, il cuore non è in grado di svolgere completamente la sua funzione di pompaggio, cioè di pompare tutto il sangue dal sistema circolatorio (grande e piccolo). Il fatto che il cuore non abbia il tempo di pompare il sangue dalla circolazione sistemica spiega il fatto che il ventricolo sinistro del cuore è significativamente caricato. È il ventricolo sinistro del cuore che soffre per primo. Quindi compaiono i classici sintomi dell'insufficienza cardiaca, in particolare la mancanza di respiro. La dispnea è particolarmente preoccupante per il paziente di notte, quando il paziente si trova in posizione supina. La mancanza di respiro è una conseguenza diretta dei processi di congestione del sangue nei polmoni, che porta anche alla comparsa di edema. Lo sviluppo di insufficienza cardiaca porta ad un aumento delle dimensioni del fegato e alla comparsa di dolore nell'area dell'ipocondrio destro.

La forma acuta di insufficienza cardiaca è caratterizzata da un rapido sviluppo. A differenza della forma cronica. L'insufficienza cardiaca acuta può svilupparsi per un periodo di ore o giorni. L'insufficienza cardiaca acuta, di regola, si manifesta sullo sfondo di un'esacerbazione della malattia principale. Se viene eseguita la classificazione appropriata, di solito si distinguono forme croniche e acute di insufficienza cardiaca, ma a volte parlano di una fase stagnante. Cosa significa questo? In generale, la fase stagnante si verifica nell'insufficienza cardiaca acuta ed è associata ai seguenti processi. La ritenzione di liquidi nei tessuti del corpo umano si verifica a causa di un rallentamento del flusso sanguigno, che può causare la comparsa di un sintomo come l'edema polmonare. L'edema polmonare è in pericolo di vita.

L'insufficienza cardiaca è una grave complicazione delle malattie cardiovascolari. Questo perché l'insufficienza cardiaca si sviluppa più spesso in modo incrementale. A questo proposito, nel tempo, le manifestazioni di insufficienza cardiaca diventano più gravi delle manifestazioni della malattia di base, che ha causato lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca stessa. Spesso la causa della morte di un paziente è proprio l'insufficienza cardiaca. I ricercatori americani sostengono che le manifestazioni di insufficienza cardiaca riducono drasticamente la qualità della vita del paziente e, a questo proposito, chiamano la cifra - 81%.

La mancanza di respiro è il sintomo principale dell'insufficienza cardiaca. Nei casi più gravi, può verificarsi mancanza di respiro anche a riposo. Tuttavia, la mancanza di respiro non è l'unico segno di insufficienza cardiaca avanzata. Questi includono anche aumento dell'affaticamento corporeo, aumento della frequenza cardiaca e comparsa di edema. Quest'ultimo è causato dalla ritenzione di liquidi nel corpo umano. Con insufficienza cardiaca, c'è una limitazione nell'attività fisica di una persona.

Con insufficienza cardiaca, appare la cianosi del tegumento del corpo. La ragione di ciò è ovvia: insufficiente afflusso di sangue. A causa di questa insufficienza, il triangolo nasolabiale e le unghie diventano blu e si verifica a temperatura ambiente normale. L'insufficienza cardiaca porta ad anomalie nella circolazione sanguigna. Queste deviazioni possono essere notate direttamente dal paziente stesso o possono essere rilevate dal cardiologo presente.

Esistono diversi metodi con cui un cardiologo può diagnosticare l'insufficienza cardiaca. Quando uno specialista ascolta il cuore, nota la presenza non di due dei suoi toni, ma di una traccia, tra l'altro, questo fenomeno è chiamato "ritmo al galoppo". Un elettrocardiogramma mostra la presenza di segni di una malattia di base che ha causato lo sviluppo di insufficienza cardiaca cronica. C'è un aumento delle dimensioni del cuore e, a volte, edema polmonare. Viene eseguito un ecocardiogramma per determinare fino a che punto il cuore non funziona correttamente.

Esistono diverse classi di insufficienza cardiaca cronica. Questa affermazione può essere fatta sulla base di una delle classificazioni fornite dalla New York Heart Association. Consideriamoli.

La prima classe è caratterizzata dalle seguenti caratteristiche. Il gruppo di pazienti appartenenti alla prima classe non è limitato nell'attività fisica, anche se si osserva l'insorgenza di respiro affannoso quando si sale le scale sopra il terzo piano.

La seconda classe può essere caratterizzata dalle seguenti caratteristiche. In primo luogo, qui è già possibile identificare una diminuzione dell'attività fisica nei pazienti, sebbene in misura insignificante, tuttavia, i segni di insufficienza possono manifestarsi anche con il solito stress quotidiano. In secondo luogo, nella questione relativa alla mancanza di respiro, il suo aspetto dovrebbe già essere notato quando si sale al primo piano o quando si cammina velocemente.

La terza classe è caratterizzata dalle seguenti caratteristiche. Per quanto riguarda l'attività fisica, quindi, rispetto ai due casi precedenti, è molto più limitato. Affinché i segni di insufficienza cardiaca esistente si manifestino, abbastanza poco sforzo fisico. Possono apparire anche con la normale camminata, ma di solito scompaiono a riposo.

Il quarto grado può essere caratterizzato come segue. I segni di insufficienza cardiaca sono molto preoccupanti per il paziente, anche quando è a riposo. Con il minimo sforzo fisico, le manifestazioni di insufficienza cardiaca diventano molto più forti.

L'obiettivo principale nel trattamento dell'insufficienza cardiaca è migliorare la qualità della vita del paziente e aumentarne la durata. Grande importanza è attribuita al trattamento della malattia che ha causato insufficienza cardiaca. Spesso è necessario utilizzare metodi chirurgici. È importante pensare ai modi per ridurre il carico sul cuore, in relazione al quale il paziente dovrebbe pensare di limitarsi all'attività fisica, fornendo tempo sufficiente per riposare. In termini di una certa dieta, il paziente dovrebbe cercare di ridurre l'assunzione di sale e cibi grassi e non dimenticare l'importanza di uno stile di vita sano.

I glicosidi cardiaci sono il pilastro del trattamento per l'insufficienza cardiaca. Questo era certamente il caso in passato. Tuttavia, anche nella fase attuale dello sviluppo, questa classe di farmaci continua a svolgere un ruolo importante nel trattamento dell'insufficienza cardiaca, sebbene vengano utilizzati molto meno frequentemente rispetto allo scorso secolo e principalmente nelle fasi iniziali dello sviluppo dell'insufficienza cardiaca. Questo tipo di farmaci ha un effetto sul potenziamento del lavoro del miocardio e aiuta anche a migliorare la tolleranza del paziente all'attività fisica. Una grande mancanza di glicosidi cardiaci consiste nel loro accumulo nel corpo del paziente, in termini più scientifici - cumulo, a seguito del quale, nel caso di accumulo di una grande quantità di glicosidi, può verificarsi un avvelenamento da parte loro. Quest'ultimo ha caratteristiche peculiari. Questo è, prima di tutto, un rallentamento del polso, nausea e perdita di appetito. A volte l'avvelenamento con glicosidi cardiaci porta a interruzioni nel cuore, che è la ragione per cure mediche urgenti.

I diuretici sono una seconda classe di farmaci usati per l'insufficienza cardiaca. I diuretici sono farmaci diuretici. In caso di insufficienza cardiaca, i diuretici sono prescritti se c'è ritenzione di liquidi nel corpo. Ciò porta alla comparsa di edema e aumento di peso. I farmaci diuretici includono, ad esempio, veroshpiron, furosemide, diacarb e altri.

Nel trattamento dell'insufficienza cardiaca, vengono utilizzate anche altre classi di farmaci (ad eccezione dei glicosidi cardiaci e dei diuretici). Nella medicina moderna, gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina sono ampiamente utilizzati nel trattamento delle manifestazioni di insufficienza cardiaca. Questi includono, ad esempio, berlipril, enalapril, lisinopril. Gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina contribuiscono all'espansione delle arterie, al ripristino della funzionalità delle pareti dei vasi (il rivestimento interno, prima di tutto), che porta naturalmente alla promozione del lavoro del cuore associato alla spinta del sangue attraverso i vasi. Questi farmaci sono generalmente prescritti per ogni paziente con insufficienza cardiaca. Per alcuni pazienti, i cardiologi prescrivono i beta-bloccanti, che aiutano a ridurre il tasso di contrazione del muscolo cardiaco. Pertanto, la privazione di ossigeno del miocardio diminuisce e la pressione diminuisce. I beta-bloccanti includono carvedilolo, metoprololo, concor e altri farmaci. Diverse altre classi di farmaci sono spesso utilizzate nel trattamento dell'insufficienza cardiaca.

Il paziente svolge un ruolo significativo nel trattamento dell'insufficienza cardiaca. È obbligato a seguire tutte le raccomandazioni di uno specialista (e di solito ci sono molte di queste raccomandazioni). Il cardiologo, in primo luogo, prescrive una certa dieta al paziente. Si raccomanda una dieta che non includa quantità eccessive di liquido e sale da tavola. In secondo luogo, il cardiologo di solito consiglia ai pazienti quanto segue: moderata attività fisica (che è spesso supervisionata da uno specialista), oltre a garantire un ambiente calmo sia sul lavoro che a casa. Dal punto di vista del trattamento diretto prescritto a un paziente con insufficienza cardiaca, dovrebbe essere principalmente diretto al trattamento della malattia di base che ha portato allo sviluppo di insufficienza cardiaca. Può essere una malattia coronarica, un infarto del miocardio, una cardiopatia valvolare, un'ipertensione arteriosa o qualche altra malattia. Le misure preventive sono importanti nel trattamento dell'insufficienza cardiaca.

La prevenzione dell'insufficienza cardiaca è la migliore medicina per questo. Questo è un fatto indiscutibile. Come mostrato sopra, questa sindrome si sviluppa sullo sfondo di altre malattie del sistema cardiovascolare - come complicazione. A questo proposito, la prevenzione delle malattie cardiovascolari è di grande importanza nella prevenzione dell'insufficienza cardiaca. Include visite regolari da un cardiologo, un trattamento tempestivo e razionale dell'ipertensione arteriosa, evitando inutili stress sul cuore. Per quanto riguarda quest'ultimo, è molto importante mantenere il peso corporeo a un livello normale - dopo tutto, il suo aumento porta ad un aumento diretto del carico sul cuore. Sfortunatamente, le persone iniziano a pensarci solo quando la mancanza di respiro inizia a disturbarli seriamente. Probabilmente tutti hanno sentito parlare più volte dell'importanza di uno stile di vita sano - rinunciare a cattive abitudini, un'alimentazione sana, uno stile di vita attivo, ecc. Ma quante persone percepiscono tali informazioni razionalmente? Ma uno stile di vita sano è la prevenzione di tutte le malattie e la garanzia della salute per molti anni.

Limitare l'assunzione di sale per prevenire l'insufficienza cardiaca è un passo importante. È il sale da tavola comune che carica il cuore e i vasi sanguigni, se la sua quantità è definita come un eccesso. L'opzione più corretta in termini di prevenzione delle malattie cardiovascolari e, come loro complicanze, l'insufficienza cardiaca è limitare l'assunzione di sale. Vale la pena abituarsi a mangiare cibi leggermente salati. In generale, non è necessario rinunciare al sale, anche se ci sono persone del genere.Limitare l'assunzione di sale è molto più facile che mantenere una dieta rigorosa quando l'insufficienza cardiaca si è già sviluppata.

Caffè e tè sono nemici del sistema cardiovascolare. Hanno messo abbastanza forte stress su di lei. Certo, stiamo parlando di un consumo eccessivo di caffè e tè. Naturalmente, una tazza di caffè a colazione e tre tazze di tè durante il resto della giornata non sono solo salutari, ma benefiche. Tuttavia, bere una tazza di caffè dopo l'altra e quindi combattere la fatica è dannoso. A questo proposito, è necessario considerare attentamente se vale la pena bere la quarta o la quinta (anche la terza) tazza di caffè mentre si è seduti al computer di notte (e in qualsiasi altro momento).

Le bevande alcoliche sono la chiave per lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca. Gli amanti di questo tipo di bevande sono in grado di discutere e argomentare gli scienziati francesi. Questi scienziati hanno dimostrato che il vino rosso ha un buon effetto sul cuore e sui vasi sanguigni. Tuttavia, non si dovrebbe illuderci al riguardo. In primo luogo, gli scienziati hanno dimostrato l'effetto benefico del vino secco naturale e non di tutte le altre bevande alcoliche. In secondo luogo, gli scienziati francesi hanno parlato di piccole dosi giornaliere e non di feste russe. Anche tali modifiche non possono essere apportate al fumo, poiché è comunque dannoso.

L'attività fisica mette anche stress sul cuore. Quindi dire una persona sedentaria che passa ore e ore al computer. Tuttavia, ha qualcosa da obiettare. In primo luogo, ci sono carichi che sono benefici per il cuore (l'attività fisica è proprio tale) e ci sono quelli che hanno un effetto dannoso (abuso di alcol, fumo, ecc.). Dovresti sapere che, per così dire, il lavoro del cuore "inattivo" non porterà a nulla di buono. Mentre l'attività fisica aiuta a rafforzare il miocardio - il muscolo cardiaco. Pertanto, l'attività fisica sul corpo è utile, sono un'ottima prevenzione dell'infarto del miocardio e, naturalmente, anche dell'insufficienza cardiaca.


Guarda il video: Management dellinsufficienza cardiaca a 3 anni dal PARADIGM-HF (Agosto 2022).