Informazione

Sergey Yesenin

Sergey Yesenin


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sergei Yesenin (1895-1925) è un famoso poeta russo. L'inizio del suo lavoro si basava sui nuovi testi contadini, e in seguito iniziò a creare nello stile dell'Immagismo. La vita di Yesenin finì presto, ma si rivelò brillante. Sposò la famosa ballerina Isadora Duncan e viaggiò con lei in Europa e negli Stati Uniti. La vita personale del poeta era generalmente burrascosa: si sposò tre volte, lasciando dietro di sé quattro figli.

Ma Yesenin è ricordato, ovviamente, per il suo lavoro, che ha influenzato in modo significativo la poesia russa. Grazie a lui, c'è stata una svolta al tradizionale stile classico, che all'inizio del secolo era considerato già morto. Le immagini folcloristiche furono in seguito utilizzate da altri poeti sovietici che glorificavano tradizioni, costumi e natura nazionali. Grazie a Yesenin, i testi dei romanzi si sono sviluppati, le sue poesie erano in perfetta armonia con la musica.

La vita del poeta si concluse inaspettatamente; secondo la versione ufficiale, si suicidò il 28 dicembre 1925 all'Angleterre Hotel di Leningrado. I miti più famosi su Yesenin saranno discussi di seguito.

Yesenin fu l'ultimo vero poeta del villaggio. Lo stesso poeta ha coltivato il mito della sua origine contadina. Ma ha variato la leggenda secondo necessità. A volte si presentava come un ragazzo di una semplice famiglia contadina e, quando necessario, diceva di essere il nipote di un ricco vecchio credente. La verità, come al solito, era nel mezzo. La famiglia Yesenin era, sebbene un contadino, ma con un reddito medio. Non c'erano vecchi credenti. Seryozha, di nove anni, è stato assegnato a una scuola zemstvo, dopo di che ha iniziato a studiare in una scuola parrocchiale. Dopo essersi diplomato, il ragazzo di 17 anni andò alla conquista di Mosca. E non solo Sergei stesso ha ricevuto un'istruzione, ma anche le sue tre sorelle. Per una famiglia di contadini, questa era una grande rarità.

Yesenin arrivò letteralmente alla letteratura a piedi. I suoi fan semplificano il percorso creativo di Yesenin. Prima c'erano i giovani nel villaggio natale di Konstantinovo, e poi immediatamente e Pietrogrado. A questo proposito, Yesenin sembra ripetere il percorso di Lomonosov, che arrivò nella capitale con le scarpe da rafia direttamente da un remoto villaggio. Tuttavia, Yesenin non è arrivato immediatamente a Pietrogrado. Dal 1912 al 1915, il giovane visse a Mosca. Lì lavorò nella stamperia di Sytin, divenne volontario presso la Facoltà di Storia e Filologia dell'Università popolare di Shanyavsky, fece conoscenza con poeti e scrittori, si abituò alla vita in una grande città. Questo periodo divenne molto importante nella formazione della personalità del poeta principiante.

Yesenin era uno studente di un poeta contadino. Otto anni prima di Yesenin, un altro "poeta contadino", Nikolai Klyuev, stava già facendo carriera per se stesso a San Pietroburgo. Le loro immagini letterarie erano simili e le loro esibizioni congiunte divennero scandalose. La somiglianza delle direzioni della creatività ha dato origine al mito secondo cui Klyuev era l'insegnante di Yesenin e il suo mecenate. Affinché il giovane poeta trovasse la sua nicchia nel complesso mondo letterario di Pietrogrado, aveva bisogno di aiuto. Sì, e lo stesso Yesenin ha contribuito a creare questo mito. Lui stesso ha detto francamente che lasciare che chiunque voglia prendere gli allori del patrono che ha introdotto il poeta nella letteratura russa. Lo stesso Yesenin era francamente lo stesso. Ma la storia dice che il primo patrono del poeta a Pietrogrado fu Alexander Blok. Poi hanno incontrato Sergei Gorodetsky. Furono loro a presentare Yesenin alle persone giuste, introducendolo nel circolo letterario.

Yesenin fece spontaneamente una visita a Blok. Questo mito è stato anche generato dal poeta stesso. Raccontò come ebbe luogo la sua conoscenza con Blok. In questa storia, Yesenin appare come una pepita di villaggio che adora la poesia, ma imbarazzante e non familiare con la vita in una grande città. Il poeta apparve non invitato al venerabile maestro. Yesenin ha scritto che Blok era un'icona per lui. Fu la sua prima cosa che il giovane decise di trovare a Pietrogrado. E così Yesenin, con un petto in mano, in piedi sulla piazza della stazione, era confuso. Dove cercare Alexander Blok in una città sconosciuta? Yesenin iniziò a interrogare i passanti, raggiungendo infine l'appartamento del padrone. Lì fu accolto dal cuoco, lasciandolo ad aspettare fuori dalla soglia. Alla fine, ebbe luogo un incontro con Blok, che inizialmente prese Yesenin per un novizio scrittore-connazionale connazionale. Ma questo mito è sfatato dallo stesso Blok, che ha meticolosamente descritto il suo incontro con Yesenin. Ha inviato un biglietto al mattino chiedendo una riunione all'ora stabilita. Yesenin scrisse che stava disturbando Blok su una questione importante, non gli era familiare. Ma il giovane ha spiegato che il suo cognome poteva essere trovato su riviste letterarie. Blok lasciò un commento su questa nota che il 9 marzo 1915 ebbe luogo un incontro con un contadino di 19 anni nella provincia di Ryazan, le cui poesie erano pulite, fresche e prolisse.

Yesenin era una persona ingenua e inesperta. Il poeta stesso ha fatto molti sforzi per formare l'immagine di un tizio ingenuo e semplice, che ha attratto i fan della creatività. Ma l'ingenuità non era la sua vera qualità. Prudenza e premurosità hanno aiutato Yesenin a fare carriera. Grazie a loro, l'aspirante scrittore è stato in grado di incontrare influenti maestri e iniziare a pubblicare sulle migliori riviste metropolitane. Yesenin disse francamente ai suoi amici che, arrivato a San Pietroburgo, si vestiva in modo speciale con abiti vecchi e indossava stivali rossi che non aveva mai indossato. Il giovane disse ai suoi conoscenti che stava attraversando la città, e poi andò a Riga a rotolare barili. È costretto a impegnarsi in un duro lavoro fisico a causa della fame. A San Pietroburgo, si aspetta semplicemente la formazione di un gruppo di caricatori. In effetti, Yesenin non pensava nemmeno ai barili, volendo raggiungere fama e riconoscimento nella capitale.

Yesenin era fiducioso in se stesso, non era interessato all'opinione degli altri. Sembrava che un poeta ingenuo, semplice, dotato di talento dovesse essere superiore ai critici ingrati e alle persone invidiose. Ciò diede origine al mito dell'indifferenza di Yesenin alle opinioni di coloro che lo circondavano. Tuttavia, il poeta è stato molto attento alle critiche del suo lavoro, ha persino raccolto ritagli dalle edizioni con recensioni delle sue opere. Un paio di tali quaderni sono sopravvissuti. E il poeta ha persino ricordato a memoria le recensioni più lusinghiere, oltre a quelle offensive.

Yesenin era un ubriacone e un teppista, creando poesie mentre era ubriaco. Spesso tali epiteti sono adiacenti al nome di Yesenin, che caratterizza la sua personalità. Nella vita del poeta, risse e scandali ubriachi accadevano spesso spesso, diventando parte integrante della vita quotidiana. Ma non aveva nulla a che fare con la creatività. Lo stesso Yesenin affermò di non aver mai scritto poesie mentre era ubriaco. Sì, e i suoi amici lo confermano.

Yesenin divenne vittima di una cospirazione. La morte di Yesenin ha dato origine a molte versioni di ciò che è realmente accaduto. L'omicidio del poeta popolare è stato accusato di ebrei, chekisti, concorrenti letterari, Trotsky personalmente ... Il massacro si è rivelato crudele e riflessivo. Esiste anche una versione fantastica sull'omicidio di Yesenin con un colpo di pistola. Il corpo, avvolto in un tappeto, non poteva essere portato fuori dalla finestra, e quindi dovevano mettere in scena il suicidio. Un'altra versione afferma generalmente che il poeta è stato ucciso altrove e che il cadavere era già stato portato ad Angleterre. Dicono che Yesenin potrebbe essere prima battuto e poi, sfinito, appeso a una pipa. Ma tutte queste versioni scompaiono se inizi a guardare i fatti. Alla fine del 1925, Yesenin sviluppò un grave stato psicologico. Trascorse un mese in una clinica psichiatrica di Mosca, da dove fuggì a Leningrado. Prima di andarsene, Yesenin per qualche motivo ha visitato tutti i suoi parenti e li ha salutati. La prima moglie della poetessa, Anna Izryadnova, ha ricordato di aver detto che non si sentiva bene e si aspettava la sua prossima morte. Yesenin ha chiesto di non coccolare e prendersi cura di suo figlio. E la morte è spesso menzionata nell'opera del poeta negli ultimi due anni della sua vita, più di duecento volte. In questo caso, spesso parliamo di suicidio. Yesenin stava vivendo una forte dipendenza dall'alcol, aveva il terrore di essere solo, ha sviluppato una mania di persecuzione. Internamente, il poeta sentiva che il suo talento lo stava lasciando, metafore e improvvisazioni stavano diventando sempre più difficili. Questo background negativo è servito come base per il suicidio.

L'ultima poesia di Yesenin è stata forgiata. Questo mito è una parte invariabile delle teorie del complotto sulla morte del poeta. Si sa che poco prima della tragedia, scrisse una poesia che iniziò con le parole: "Arrivederci, amico mio, arrivederci ...". Yesenin si rivolse al poeta Wolf Ehrlich, che è considerato un agente della GPU. L'amico di Yesenin è sospettato di aver partecipato all'omicidio, assegnato dalle autorità a uno scrittore discutibile. Ecco perché la poesia è stata mostrata non immediatamente, ma dopo la morte di Sergei. Un'altra versione afferma che il Chekist Yakov Blumkin divenne l'autore del poema e apparve dopo la morte di Yesenin. Ma tutte queste versioni sono solo teorie. Il mito è stato finalmente sfatato negli anni '90, quando un esame ha dimostrato l'autenticità della calligrafia di Yesenin.

Il lavoro di Yesenin era sotto un divieto non ufficiale nell'URSS stalinista. Oggi è diventato di moda classificare se stessi o i propri idoli tra le vittime del regime stalinista. Ci sono ricordi che negli anni '30 e '40 si fece affidamento sul 58 ° articolo per leggere le poesie di Yesenin. Le autorità hanno visto la decadenza nel lavoro del poeta, che ha influenzato negativamente la gente. Cominciarono a dire che nessuno in Russia fu bandito o combattuto tanto quanto con Yesenin. Gli versarono fango e lo umiliarono. In effetti, nell'anniversario della morte del poeta, un articolo sull'opera di Yesenin è stato pubblicato sulla rivista Smena. È stato notato che questo è stato un grande talento, che purtroppo ha perso obiettivi nella vita. La conoscenza del suo lavoro è obbligatoria per una persona istruita, non devi lasciarti trasportare da un teppista e da note depressive. I creatori del mito affermano che per quasi 30 anni, dal 1926 al 1955, le opere di Yesenin non furono pubblicate. Tuttavia, durante questo periodo, almeno una dozzina di libri sono stati pubblicati in migliaia di copie con le sue poesie e su se stesso, con fotografie e recensioni. Questo non è come la persecuzione e l'oblio.


Guarda il video: YESENİN. 1. Bölüm. Türkçe Altyazılı (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Haji

    Tale non ha sentito

  2. Mucage

    Prompt, dove posso trovarlo?

  3. Shoukran

    Voglio dire, permetti l'errore. Entra ne discuteremo.

  4. Treadway

    Totalmente d'accordo con lei. L'idea di una buona, sono d'accordo con te.



Scrivi un messaggio